Conoscenze di base → Sensibilità ISO

    Sensibilità ISO

    Nelle fotocamere digitali, la sensibilità ISO è un indicatore per mostrare quanto la luce proveniente dall'obiettivo viene amplificata nella fotocamera.
    La quantità di luce che entra nella fotocamera è determinata dall'apertura e dalla velocità dell'otturatore. A partire da questa quantità, la luce viene amplificata per creare un'immagine ben esposta. La sensibilità ISO rappresenta numericamente il livello di questa amplificazione. Ad esempio, ISO200 è due volte più sensibile di ISO100. Questo significa che regolare l'impostazione su ISO200 consente di scattare foto con la stessa luminosità di ISO100 anche con una quantità di luce dimezzata.
    In realtà, nella maggior parte delle modalità, la sensibilità ISO viene determinata automaticamente dalla fotocamera in base alle condizioni di scatto. Tuttavia, nelle modalità P/A/S/M, è anche possibile impostarla manualmente in base alle proprie esigenze.
    Quando la sensibilità aumenta, è possibile utilizzare velocità dell'otturatore più elevate anche in condizioni di scarsa illuminazione per ridurre le sfocature causate dalle vibrazioni della fotocamera in condizioni di scarsa illuminazione o dai movimenti del soggetto nelle riprese sportive. Tuttavia, poiché la luce viene amplificata elettricamente, gli scatti con un'elevata sensibilità ISO tendono a produrre più rumore (grana) o perdita di nitidezza nella fotografia.

    Fotografie

    [1] ISO: 3200 [2] ISO: 800

    Le foto in vista notturna in alto sono state scattate tenendo la fotocamera a mano, con ISO3200 per [1] e ISO800 per [2].
    Regolando l'impostazione su una sensibilità elevata, è stata possibile evitare la sfocatura dell'immagine, ma l'edificio appare granuloso nella fotografia a sinistra.