Alpha Universe - La storia

Fotografare il gelo

Frederik Buyckx

"Ho fatto un enorme sforzo mentale per cercare di ignorare il freddo, ma la dimensione fisica ha quasi sempre la meglio. Stavo a cavallo per ore e ore, senza avere la possibilità di muovermi e con i piedi perennemente a ciondoloni."

frederik buyckx sony alpha 7RM3 un gruppo di cavalli neri in lontananza, circondati da un paesaggio innevato

© Frederik Buyckx| Sony α7R III + FE 24-70mm f/2.8 GM | 1/1000s @ f/9.0, ISO 160

In Kirghizistan gli inverni sono molto rigidi e di notte le temperature possono raggiungere i -35 °C. La prima volta che ci è andato, Frederik Buyckx è rimasto sconvolto. "Era novembre. Faceva freddo, ma le prime settimane non c'era neve. Poi verso la fine del mese ha iniziato a nevicare e le temperature sono crollate all'improvviso, ma noi non potevamo certo fermarci e abbiamo continuato il nostro viaggio nelle montagne."

frederik buyckx sony alpha 7RM3 un uomo seduto su un'altura guarda il paesaggio innevato in lontananza

© Frederik Buyckx| Sony α7R III + FE 24-70mm f/2.8 GM | 1/800s @ f/9.0, ISO 200

In Kirghizistan, Frederik pernottava in un villaggio nei pressi di At-Bashy, che letteralmente significa "testa di cavallo". Da qui il nome che ha scelto per questo progetto, "Horse Head", che per Frederik si è rivelato fin da subito molto appassionante e stimolante.

"Era un progetto che mi toccava da vicino, perché il mio scopo era quello di trovare qualcosa che mi manca molto in Belgio, ossia la natura e i paesaggi sconfinati" racconta. "Ero alla ricerca di un'esperienza particolare e volevo capire come vivono le popolazioni nomadi e come affrontano le forze della natura, specialmente in inverno, quando l'ambiente si fa terribilmente inospitale."

frederik buyckx sony alpha 7RM3 alcune persone vanno a cavallo sulla neve insieme ai loro cani

© Frederik Buyckx| Sony α7R III + FE 24-70mm f/2.8 GM | 1/1250s @ f/8.0, ISO 250

Il lavoro di Frederik racconta le vite dei pastori seminomadi che, una volta all'anno, migrano insieme ai loro animali dai gelidi pascoli d'alta montagna alle pianure dal clima più mite, dove si sistemano all'interno delle iurte, le tipiche abitazioni mobili. Il viaggio è lungo oltre 100 chilometri e dura parecchi giorni. Le abitudini di queste popolazioni sono immutate da secoli e secoli. Si potrebbe pensare che questo tipo di cultura sia destinato a sparire, ma non è affatto così.

frederik buyckx sony alpha 7RM3 un gregge di pecore coperte di neve sale verso la montagna

© Frederik Buyckx| Sony α7R III + FE 24-70mm f/2.8 GM | 1/1000s @ f/9.0, ISO 200

"Per me", dice Frederik, "questo progetto non ha a che fare con la storia. Non credo che il nomadismo sia destinato a scomparire. I due ragazzi che mi hanno fatto da guida hanno 25 anni e stanno progettando di costruirsi una fattoria sulle montagne".

frederik buyckx sony alpha 7RM3 un pastore cammina a fatica verso una baracca in rovina tra le montagne innevate

© Frederik Buyckx| Sony α7R III + FE 24-70mm f/2.8 GM | 1/320s @ f/3.2, ISO 1600

Tutte le immagini sono in bianco e nero perché Frederik voleva sottolineare la desolazione e le asperità del paesaggio, ma anche perché, secondo il fotografo, "la monocromia aiuta a percepire l'essenza delle cose e a evitare ogni possibile fonte di distrazione, come i colori della natura".

frederik buyckx sony alpha 7RM3 un gregge di pecore guidato da un pastore a cavallo

© Frederik Buyckx| Sony α7R III + FE 24-70mm f/2.8 GM | 1/1600s @ f/10, ISO 400

"Ho scattato in bianco e nero attraverso il mirino, ma quando caricavo le immagini RAW nel computer le vedevo a colori, il che mi spiazzava un po'" ride. "Prima ancora di scattare, però, mi figuro già l'immagine in bianco e nero e tuttora, quando ripenso ai paesaggi che ho visto, li rivedo in bianco e nero."

frederik buyckx sony alpha 7RM3 alcuni pastori a cavallo conducono un gregge di pecore su per il pendio di una montagna

© Frederik Buyckx| Sony α7R III + FE 24-70mm f/2.8 GM | 1/1000s @ f/7.1, ISO 500

Dovendo trascorrere moltissimo tempo in viaggio in sella a un cavallo, Fredrik aveva la necessità di portare con sé meno attrezzatura possibile. Per questo motivo è partito con solo due fotocamere α7R III al seguito. Su una ha montato l'obiettivo 28 mm f/2 e sull'altra il 24-70 mm f/2,8 GM. "In realtà usavo per lo più una macchina" spiega. "Quella con il 28 mm la usavo esclusivamente per gli interni. Sarebbe impensabile far passare una fotocamera dal caldo al gelo. Per evitare la formazione di condensa, bisogna attendere che la macchina si adatti alla nuova temperatura e questo può richiedere delle ore."

Frederik usava due obiettivi diversi anche per motivi pratici. "Ho deciso di usare la lunghezza focale del 28 mm per gli interni perché amo lavorare con un'attrezzatura discreta, che non dia troppo nell'occhio. Inoltre, grazie all'otturatore silenzioso, non interferivo troppo con l'atmosfera familiare."

Per gli scatti all'aperto, l'obiettivo 24-70 mm f/2,8 GM offriva una buona varietà di lunghezze focali e sopperiva all'esigenza di portare con sé tanti obiettivi. "Ero in sella a un cavallo, indossavo due o tre paia di guanti", ride Frederik, "avevo le redini in una mano e la fotocamera nell'altra, quindi era impossibile cambiare obiettivo."

In quelle condizioni così estreme, Frederik ha trovato un valido aiuto anche nella funzione dell'autofocus continuo di α7R III. "Era la prima volta che lo usavo come si deve", racconta. "Stavo fotografando persone e cavalli in movimento, in sella a un cavallo anch'esso in movimento, e l'autofocus mi ha sempre garantito una messa a fuoco perfetta."

frederik buyckx sony alpha 7RM3 un pastore a cavallo percorre una cresta per raggiungere un altro pastore

© Frederik Buyckx| Sony α7R III + FE 24-70mm f/2.8 GM | 1/1000s @ f/9.0, ISO 125

Oltre alla sua attrezzatura, essenziale per poter fotografare in condizioni così estreme, cosa ha aiutato Frederik a realizzare delle immagini che sapessero raccontare delle storie? "Sicuramente poter conoscere i miei soggetti! Nell'arco di tre anni sono stato lì varie volte, quindi si è creato un legame di amicizia molto forte" spiega. "Sono persone aperte, accoglienti e mi hanno anche invitato a casa loro nonostante gli evidenti problemi di comunicazione: io non conosco la loro lingua e loro non parlano una parola di inglese, ma questo non è mai stato un problema."

Prodotti in evidenza

ILCE-7RM3

Fotocamera full-frame α7R III 35 mm con autofocus

ILCE-7RM3

SEL2470GM

FE 24-70 mm F2,8 GM

SEL2470GM

Articoli correlati

Frederik Buyckx
Alpha Universe

Frederik Buyckx

Belgio

"Tramite la fotografia comunico, studio e comprendo meglio il mondo intorno a me. La mia fotocamera è una continua fonte di spunti verso nuove avventure".

Visualizza profilo


x