Leggero come una piuma

Kaisa Lappalainen

Per Kaisa Lappalainen, specializzata in fauna selvatica, è stato un viaggio ricco di piacevoli sorprese. "Non avevo mai fotografato animali selvatici nel delta del Danubio", ci spiega, "quindi poter ammirare questo spettacolo con i miei occhi è stata una bellissima esperienza. È molto simile al delta dell'Okavango, in Botswana. Forse perché dovevo viaggiare a bordo di una barca o perché molte delle specie che ho visto erano le stesse, ma mi sembrava davvero di essere tornata in Africa".

kaisa lappalainen sony rx10IV un uccello dalle zampe rosse cammina cauto nelle acque basse di un lago

© Kaisa Lappalainen | Sony RX10 IV | 560mm| 1/1000s @ f/4.0, ISO 400

Sony RX10IV vista di lato

Pur essendo abituata a lavorare con α9, questa volta ha usato esclusivamente RX10 IV. "È stato fantastico", ci racconta. "È una macchina leggera, silenziosa e dalle prestazioni eccellenti, in qualsiasi condizione e con qualsiasi luce. È ottima per catturare tutta la bellezza degli uccelli."

 

kaisa lappalainen sony rx10IV due martin pescatore si riposano su un ramo

© Kaisa Lappalainen | Sony RX10 IV | 600mm| 1/1000s @ f/4.0, ISO 250

Per quale motivo ha scelto di andare in Romania? "In primavera il delta del Danubio è una tappa obbligata per gli uccelli migratori", spiega Kaisa. "Nella settimana in cui sono stata lì, abbiamo visto circa 115 specie diverse. Alcuni uccelli si fermano solo per una breve sosta prima di ripartire, mentre altri scelgono questa zona per nidificare. È incredibile poter osservare una fauna selvatica così ricca e variopinta a pochi chilometri dalle grandi città europee."

kaisa lappalainen sony rx10IV due falchi si contendono un pesce appena catturato

© Kaisa Lappalainen | Sony RX10 IV | 585mm| 1/1000s @ f/4.0, ISO 500

Nel lavoro di Kasia è fondamentale non farsi notare e diventare tutt'uno con l'ambiente circostante. Anche se ha una lunga esperienza come tour leader di safari, non ha potuto fare a meno di appoggiarsi a una guida locale per sapere dove e quando trovare alcune specie. "Senza una guida del posto rischi di perdere delle opportunità irripetibili", ci racconta. "Per esempio, una sera abbiamo avuto la fortuna di assistere a un tramonto spettacolare, seguito la mattina dopo da un'alba altrettanto straordinaria, con una leggera nebbia e colori mozzafiato. Sapevamo che un'occasione del genere non andava gettata al vento e la guida mi ha immediatamente portato nel luogo più adatto a scattare foto."

Essere al posto giusto al momento giusto è sicuramente un buon punto di partenza, ma non è sufficiente: senza un'attrezzatura valida non vai da nessuna parte.

kaisa lappalainen sony rx10IV un martin pescatore sul punto di spiccare il volo

© Kaisa Lappalainen | Sony RX10 IV | 600mm| 1/2000s @ f/4.0, ISO 250

La grande versatilità dell'obiettivo 24-600 mm di RX10 IV si è rivelata fondamentale in questo tipo di foto e ha permesso a Kaisa di realizzare scatti con angolature più ampie per catturare anche l'ambiente circostante. "È difficile resistere alla tentazione di sfruttare l'enorme possibilità di ingrandimento a 600 mm di RX10 IV", spiega. "Ma per questo servizio volevo che fossero presenti anche altri elementi del paesaggio. I 24 mm mi hanno permesso di lavorare bene e di farlo rapidamente quando dovevo cambiare composizione. RX10 IV è una grande comodità, perché posso fotografare paesaggi, ritratti o soggetti in movimento senza mai cambiare obiettivo o fotocamera... Così non devo portare in giro chili e chili di attrezzature!"

kaisa lappalainen sony rx10IV gruppo di uccelli su un ceppo nell'acqua alle prime luci dell'alba

© Kaisa Lappalainen | Sony RX10 IV | 170mm| 1/3200s @ f/5.6, ISO 400

Le dimensioni e il peso dell'attrezzatura sono sempre stati un grande cruccio per Kasia. Avere la certezza di poter realizzare scatti professionali con un'apparecchiatura così compatta le ha aperto un mondo di possibilità. "Quando viaggio in aereo i limiti di peso del bagaglio sono spesso un problema, specialmente quando volo verso luoghi remoti. Se ho tutta la mia attrezzatura al seguito, a volte non mi fanno nemmeno mettere piede sull'aereo! Con un bagaglio leggero, invece, posso spostarmi più lontano anche in bici o a piedi. Anche se non lavoro, porto sempre con me la fotocamera RX10 IV così, se capita l'occasione giusta, tiro fuori dalla tasca il mio obiettivo da 600 mm e il gioco è fatto!"

"Quando invece sto lavorando, RX10 IV mi garantisce tutta la profondità di campo che mi serve", aggiunge Kaisa, "oltre alla stabilizzazione dell'immagine integrata che mi dà la sicurezza di poter ingrandire enormemente le immagini e ottenere risultati perfetti, fino al più piccolo dettaglio".

kaisa lappalainen sony rx10IV un martin pescatore osserva un suo simile che spicca il volo da un ramo

© Kaisa Lappalainen | Sony RX10 IV | 600mm| 1/800s @ f/4.0, ISO 160

"Sono rimasta stupefatta dai dettagli che sono riuscita a catturare", confessa. "È stato entusiasmante poter fare dei primi piani del genere con una fotocamera così compatta e abbordabile."

Da sempre abituata alle prestazioni e alla velocità della fotocamera α9, viene naturale chiedere a Kasia se il modello RX10 IV regge il confronto. "Le immagini erano nitidissime", ci risponde sorridendo. "Lavorando con gli uccelli, che si alzano in volo e ti offrono splendide evoluzioni nel giro di pochi istanti, ti rendi subito conto se una fotocamera è valida. Gli uccelli rimanevano sempre a fuoco. Per l'autofocus, ho selezionato praticamente le stesse impostazioni che usavo su α9, quindi quando fotografavo animali in movimento o ero a bordo di una barca, lavoravo sempre in modalità tracking. Ma quando dovevo stare nascosta, in attesa che un martin pescatore si posasse su un ramo, lavoravo con il prefocus. Con una frequenza fotogrammi di 24 fps, potevo seguire l'uccello in volo e avevo la certezza che sarei riuscita a cogliere le immagini migliori."

kaisa lappalainen sony rx10IV uccello che spicca il volo sfiorando la superficie dell'acqua

© Kaisa Lappalainen | Sony RX10 IV | 600mm| 1/1600s @ f/4.0, ISO 200

"Restare in attesa sotto la pioggia mimetizzata tra la vegetazione o rimanere nella stessa posizione per ore non è un gioco da ragazzi", spiega Kaisa, "ma fortunatamente RX10 IV ha reso le cose più facili". "In questo periodo dell'anno nel delta del Danubio le temperature si aggirano normalmente intorno ai 20 ˚C, ma quando siamo stati lì ha piovuto e addirittura nevicato", sorride. "Per fortuna la fotocamera RX10 IV ha un'ottima tenuta contro l'umidità. Inizialmente temevo che non sarebbe riuscita a resistere in quelle condizioni atmosferiche, ma non c'è mai stato nessun problema."

Prodotti in evidenza in questo articolo

DSC-RX10M4

RX10 IV con AF 0,03 sec. / Zoom ottico 25x

DSC-RX10M4

Kaisa Lappalainen
Alpha Universe

Kaisa Lappalainen

Finlandia

Ritrarre specie in via di estinzione nel loro habitat naturale è un enorme stimolo per me. So che quegli animali o quegli habitat potrebbero non esistere più per le generazioni future e questa consapevolezza rende ancora più importante diffondere le immagini del nostro meraviglioso pianeta e dei suoi diversi ecosistemi.

Articoli correlati


x