Fotografia editoriale e pubblicitaria

Kenton Thatcher

Dal glamour vecchia scuola delle star di Hollywood come Pierce Brosnan allo stile moderno e rilassato dei calciatori come Cristiano Ronaldo, nel portfolio di Kenton Thatcher non manca praticamente nessuno. Lavora in Portogallo, a Lisbona, su progetti editoriali e pubblicitari per alcuni dei marchi e delle riviste più famosi al mondo.

kenton-thatcher-sony-alpha-9-two-men-jumping-in-mid-air-with-one-photographing-the-other
© Kenton Thatcher | Sony α9 + FE 24-70 mm f/2.8 GM | 1/160 s @ f/5.0, ISO 400

Non ci sono due sessioni fotografiche che siano identiche per Kenton, che si tratti di preparazione e pianificazione o di avere solo un paio di minuti per scattare la foto, Kenton spiega che tutto si riduce al tempismo.

“Devo essere in grado di catturare istanti che durano una frazione di secondo. I fotografi di still-life hanno tutto il tempo di fare un bel respiro e pensarci su, ma per un fotografo ritrattista è impossibile. È come essere su un’auto da corsa: non puoi staccare lo sguardo dalla strada. Succede la stessa cosa con i soggetti che fotografo: devo sempre tenere gli occhi fissi sul soggetto, altrimenti rischio di perdermi lo scatto.”

enton-thatcher-sony-alpha-9-model-with-angel-wings-stands-atop-a-building-with-lisbon-cityscape-behind
© Kenton Thatcher | Sony α9 + FE 70-200 mm f/2.8 GM OSS | 1/160 s @ f/6.3, ISO 100

Se è vero che non serve più di una frazione di secondo per catturare l’immagine finale, serve però molta preparazione dietro le quinte. Kenton ci parla di una pubblicità su cui ha lavorato di recente, in cui ha fotografato una ragazza con delle ali in cima ad un palazzo di Lisbona. Ci spiega la preparazione che ha preceduto lo shooting.

“Sono tornato alla location circa venticinque volte per fare una fotografia allo sfondo che si vede nell’immagine, ma c’era sempre qualcosa che non andava. È stata fatta da uno dei grattacieli più alti di Lisbona. Il vento soffiava fortissimo; perfino con la fotocamera sul treppiede e con dei pesi che la tenessero ferma, c’erano ancora delle vibrazioni e dei movimenti e l’esposizione lunga. Ho dovuto lasciar perdere per un paio di giorni. Ci ho messo letteralmente delle ore per ottenere quello scatto.”

kenton-thatcher-sony-alpha-7RII-boris-johnson-sipping-a-cup-of-tea-wearing-union-jack-socks

© Kenton Thatcher | Sony α7R II + FE 50 mm f/1.4 ZA | 1/125 s @ f/8.0, ISO 100

E poi c’è la fotografia editoriale in cui capita che Kenton abbia solo un paio di minuti a disposizione con il soggetto. Ci racconta di quella volta in cui ha dovuto scattare il ritratto ufficiale di Boris Johnson, che era in visita in Portogallo come Segretario di Stato per gli Affari Esteri. “Non ci si annoia mai durante le mie sessioni fotografiche” dice, “Avevo solo tre minuti per fotografarlo, quindi il giorno prima sono andato sul posto e ho messo a punto l’allestimento per due ore in modo da poter sfruttare al meglio il poco tempo che avrei avuto con Boris.” Kenton aggiunge: “In realtà ho scattato il primo ritratto su uno sfondo bianco. Come ha finito di sistemarsi la cravatta, ho premuto l’otturatore e ho fatto il primo scatto. Era molto naturale e le successive trenta o quaranta immagini andavano bene, ma sembravano tutte troppo in posa. Non rispecchiavano il mio stile. Dopo il ritratto ufficiale mi rimaneva ancora un minuto per scattare un’altra foto. Abbiamo sostituito in fretta lo sfondo con uno nero tenuto su con lo scotch. Lo volevo in veste ‘british’, così l’ho immortalato con un piattino in mano, mentre sorseggiava una tazza di tè. Questa foto è stata realizzata all’ultimo minuto ed è quella di cui sono più soddisfatto. Pare che sia piaciuta anche a lui.”

kenton-thatcher-sony-alpha-7RII-model-wearing-belt-as-a-hat
© Kenton Thatcher | Sony α7R II + FE 70-200 mm f/2.8 GM OSS | 1/160 s @ f/20, ISO 160

Kenton ha iniziato lavorando con fotocamere a pellicola e medio formato, ma da allora ha abbracciato il progresso tecnologico delle fotocamere digitali.

“Mio padre è stato una specie di mentore per me. Era un fotografo amatoriale che ha trasformato il nostro garage in una camera oscura con quattro ingranditori! Ho imparato lì cos’è il sistema zonale di Ansel Adam e come determinare l’esposizione delle immagini per ottenere il massimo dalla gamma dinamica. Quando scattavo su pellicola facevo sempre un clip test durante lo sviluppo delle fotografie e pregavo di aver mantenuto l’esposizione entro 1 stop di latitudine di posa, perché la gamma dinamica era così limitata. Ora con la Sony α7R III la gamma dinamica è eccezionale. La prima volta che l’ho utilizzata non riuscivo a credere a quanti dettagli è in grado di cogliere nelle zone di luce e ombra”

kenton-thatcher-sony-alpha-9-black-and-white-portrait-of-a-man-smiling-as-he-has-make-up-applied
© Kenton Thatcher | Sony α9 + FE 85 mm f/1.4 GM | 1/100 s @ f/5.0, ISO 100

Kenton accompagna alla sua fotocamera degli obiettivi classici con lunghezza focale da ritratto. Il suo preferito è lo Zeiss FE 50 mm f/1.4 “perché è un obiettivo fenomenale, un vero e proprio gioiellino.”

Spiega che utilizza anche il Sony FE 85 mm f/1.4 GM e l’FE 70-200 mm f/2.8 GM perché sono fantastici per la ritrattistica. Comunque, per Kenton “un obiettivo che probabilmente uso più di questi tre è l’FE 24-70 mm f/2.8. Lo uso praticamente ogni giorno e lo porto sempre con me. Adoro il fatto che è in grado di produrre immagini straordinariamente nitide.”

kenton-thatcher-sony-alpha-7RIII-musicians-portrait-with-one-jumping-in-the-air
© Kenton Thatcher | Sony α7R III + FE 24-70 mm f/2.8 GM | 1/100 s @ f/4.0, ISO 200

Un’altra caratteristica importante che Kenton ha trovato particolarmente utile per la fotografia ritrattistica con una fotocamera digitale è l’Eye AF presente sulla α7R III. Parla di come sia particolarmente utile quando scatta fotografia lifestyle.

 

“Una volta avrei usato il mio obiettivo 50 mm f/1.4 con f/2.8, o addirittura f/4, per essere sicuro di avere gli occhi del soggetto perfettamente a fuoco, ma con la funzionalità Eye AF posso averli a fuoco con f/1.4. Questo ha cambiato il mio modo di scattare le fotografie, adesso riesco a parlare al soggetto e dargli delle indicazioni, e con il rilevamento degli occhi posso premere l’otturatore in ogni istante ed essere certo che saranno a fuoco.”

 

kenton-thatcher-sony-alpha-7RII-joaquim-de-almeida-drinking-whisky
© Kenton Thatcher | Sony α7R II + FE 85 mm f/1.4 GM | 1/500 s @ f/1.7, ISO 800

Per Kenton un’immagine che lo enfatizza perfettamente è quella usata per la campagna con Joaquim de Almeida in cui beve del whiskey. “Uso molto di rado il treppiede e la luce continua, ma lui continuava a muoversi, si sporgeva in avanti per versarsi un altro bicchiere, rideva e si muoveva avanti e indietro. La profondità di campo era davvero minima, ma i suoi occhi sono rimasti a fuoco in ogni immagine. È stata una vera svolta!” 

Prodotti in evidenza in questo articolo

TEST
ILCE-7RM3

Fotocamera full-frame α7R III 35 mm con autofocus

ILCE-7RM2

α7R II con sensore di immagine full-frame retroilluminato

ILCE-9

Fotocamera α9 mirrorless full-frame con sensore CMOS a strati

SEL85F14GM

FE 85 mm F1,4 GM

SEL50F14Z

Planar T* FE 50mm F1.4 ZA

SEL70200GM

FE 70-200 mm F2,8 GM OSS

SEL2470GM


FE 24-70 mm F2.8 GM

Kenton Thatcher
Alpha Universe

Kenton Thatcher

Portogallo

Uso la fotografia per comunicare. Ho imparato di più guardando attraverso l’obbiettivo e ascoltando le storie dei miei soggetti, che leggendo libri. E ho ancora tanto da scoprire.

Visualizza profilo


x