Una pausa dalle tradizioni nuziali

 Jorge Miguel Jaime Báez 

L’ordine dal caos: non c’è modo migliore per descrivere la fotografia di Jorge Miguel Jaime Báez. Jorge coglie tutte le emozioni e l'imprevedibilità del giorno delle nozze, creando una serie di immagini in stile documentario, catturando momenti che un normale fotografo di nozze perderebbe sicuramente di vista da una scena all'altra. E sono proprio quei momenti, altrimenti perduti, che rendono la sua fotografia così speciale. 

jorge miguel sony alpha 7RII, sposo dal volto pensieroso
 © Jorge Miguel Jaime Báez | Sony α7R II + 25mm f/2 Zeiss| 1/60s @ f/2.0, ISO 3200

Questa sposa in attesa di entrare alla sua cerimonia è solo un esempio di come un approccio candido funziona per catturare l'emozione reale. Jorge spiega:

“Si era fermata prima su questa immagine incorniciata di sua madre, che era morta due anni prima. Ero arrivato troppo tardi per la prima volta, quindi ho aspettato tranquillamente nel mio posto, con l'esposizione e la messa a fuoco pronte. Si è avvicinata di nuovo e ho scattato. Ho dovuto inclinare un po' la fotocamera in modo che tutto fosse dove doveva trovarsi. La silhouette del padre sullo sfondo era essenziale per catturare tutte le emozioni che ho provato; è un senso di solitudine con assoluta chiarezza. Questa era la foto preferita della sposa.

L'approccio di Jorge nasce dall'esperienza personale: il suo matrimonio nel 2006 e un momento che non è stato catturato, ricordato solo da lui stesso e dalla sua futura moglie e partner fotografico, Maria.

.

jorge miguel sony alpha 7RII, damigella che segue la sposa verso l’altare
© Jorge Miguel Jaime Báez | Sony α7R II + 25mm f/2 Zeiss| 1/200s @ f/2.0, ISO 640

"María mi chiedeva quali orecchini avrebbe dovuto indossare e data la risposta anonima che ha ricevuto, mi ha chiesto se qualcosa non andava. Ero nervoso e non riuscivo a parlare. Questo è il ricordo più intenso e bello di quel giorno, che simboleggia l'essenza, il presente e il futuro della mia vita”. 

Purtroppo, il fotografo che avevano assunto era seduto fuori ad aspettarli, e Jorge riflette su come la coppia si sentiva delusa quando hanno visto le immagini del giorno. “Quando abbiamo visto le foto del giorno”, riflette Jorge, “sapevamo che non dicevano nulla del modo in cui ci sentivamo”. Questa è stata la svolta, nel momento in cui ha saputo che la sua fotografia doveva cambiare e concentrarsi su ciò che era più importante: "le persone, le loro passioni e i loro sentimenti: la storia del loro giorno di nozze".

jorge miguel sony alpha 7RII, riflesso di sposo e sposa su finestra

 © Jorge Miguel Jaime Báez | Sony α7R II + 24mm f/1.8| 1/500s @ f/4.5, ISO 640

Lo stile candido, dice Jorge, dipende dall'immergersi in quel caos. Nella gioia e nella tristezza, nel clamore e nel nervosismo. La vita, in una parola. Si tratta, in primo luogo, di fiducia. “Bisogna guadagnare abbastanza fiducia per essere in luoghi e situazioni in cui altre persone non dovrebbero essere. Bisogna essere presenti senza essere presenti, senza partecipare, senza esprimere un parere, semplicemente documentando. Se si interviene, si cambia e si danno indicazioni, alla fine tutti i matrimoni seguiranno lo stesso schema. Ma se si lascia che le cose scorrano, si rimarrà stupiti dalle situazioni e si cattureranno momenti inimmaginabili. Vado ai matrimoni con la mente aperta, pronta a catturare emozioni.”

Quando lavora ai matrimoni, Jorge personalizza la lunghezza focale con il ritaglio direttamente sulla fotocamera, per allungare efficacemente le foto. “Il modello α7R III consente di personalizzare un pulsante per scattare a pieno fotogramma a 42Mp, o con un ritaglio APS-C a 18Mp, così il mio 55mm diventa un pratico 82mm. Amo l'innovazione ed essere in grado di usarla velocemente”. 

jorge miguel sony alpha 7RII, nonna della sposa in attesa
 © Jorge Miguel Jaime Báez | Sony α7R II + 25mm f/2 Zeiss| 1/500s @ f/4.5, ISO 1250

Jorge capisce quanto sia importante conoscere la coppia che si sposa e le sue preferenze, curiosità e sentimenti, in modo da poter anticipare i momenti che gli permettono di catturare questi candidi scatti. Egli spiega che in fondo al bouquet la sposa aveva due foto dei nonni; aveva catturato alcune immagini, ma non era soddisfatto che fossero abbastanza convincenti. Dopo aver parlato con la coppia, ha capito quanto fosse importante perfezionare lo scatto, così ha adattato la sua direzione.

"Mentre ci avvicinavamo, riuscivo a vedere le due immagini chiaramente e lei sullo sfondo, così ho deciso di fare questa cornice, che non mostra la sposa nella sua interezza. Volevo riflettere sul passare del tempo, sulle generazioni e sul rispetto per gli anziani. Questa è stata l'ultima foto scattata all'anziana signora, morta pochi giorni dopo".

jorge miguel sony alpha 7RIII, sposa che piange al suo matrimonio

 © Jorge Miguel Jaime Báez | Sony α7R II + 25mm f/2 Zeiss| 1/500s @ f/4.5, ISO 1250

Una cosa che Jorge ama quando fa fotografie ai matrimoni è l'adrenalina che sente quando sa di aver catturato un momento particolarmente candido e speciale, soprattutto quando quell'immagine è quella che ha cercato e immaginato nella sua testa. "In questa immagine - spiega - Veronica ha preparato un ricordo speciale per sua madre, ma la madre non aveva gli occhiali per leggerla, così l'ha letta lei”. L'emozione stava crescendo lentamente e ho dovuto decidere quale scatto fare, così mi sono concentrato sull'abbraccio, ma composto con le ragazze sulla destra.”

jorge-miguel-sony-alpha-7RII-bride-and-friend-embracing

 © Jorge Miguel Jaime Báez | Sony α7R II + 24mm f/2 Zeiss| 1/160s @ f/2.8, ISO 3200

 "Dove c'è caos troverete me! Stavo usando lo schermo posteriore della mia macchina fotografica quando ho visto un bambino che correva verso di me alla mia destra. Non ho detto nulla al bambino e ho tenuto il dito sul pulsante per scattare. Sono stato abbastanza fortunato perché le gambe del bambino hanno fatto da vignetta, definendo il punto focale. L’istinto è tutto. Se qualcosa ti dice di scattare, fallo, perché è ciò che ti rende diverso dalle altre persone: la tua curiosità, le tue preferenze e le tue debolezze.

Per Jorge, catturare l'immagine perfetta non significa stare al passo con stereotipi o mode o vincere concorsi, ma si tratta di catturare i momenti che riflettono l'enorme quantità di sentimenti che devono essere catturati.

jorge miguel sony alpha 7RII, sposo dal volto pensieroso prima del matrimonio

© Jorge Miguel Jaime Báez | Sony α7R II + 55mm f/1.8| 1/125s @ f/2.8, ISO 3200

Questa immagine dello sposo Juan Carlos è una delle preferite di Jorge. Spiega che Juan Carlos si sentiva nervoso prima della cerimonia e voleva restare da solo. Quando Jorge lo ha trovato, descrive quanto fosse inquieto e come sapeva che questo momento doveva essere catturato: "Si alzò e cominciò a girare intorno al tavolo della sala da pranzo. Così mi sono preparato a scattare. Ha messo le mani sul tavolo e ha fatto un gran sospiro. Poi ha aggiunto: "Jorge, guarda dove siamo arrivati”. 

Per Jorge, questo momento riassume perché ha tanta passione per la fotografia: "Questo dice tutto; quanto è importante oggi per loro, tutto ciò che ha vissuto e il futuro che li attende. Ecco perché è essenziale catturare questi momenti, trattarli con sincerità e in sintonia con le mie convinzioni.

jorge miguel sony alpha 9, riflesso di sposo e sposa su finestrino dell’auto

© Jorge Miguel Jaime Báez | Sony α9 + 35mm f/1.4| 1/8000s @ f/1.6, ISO 2000

 Prodotti in evidenza in questo articolo 

ILCE-7RM2

α7R II con sensore di immagine full-frame retroilluminato

ILCE-7RM3

Fotocamera full-frame α7R III 35 mm con autofocus

ILCE-9

Fotocamera α9 mirrorless full-frame con sensore CMOS a strati

TEST
SEL35F14Z

Distagon T * FE F1,4 ZA da 35 mm

SEL24F18Z

Sonnar T* E 24 mm F1.8 ZA

SEL55F18Z

Sonnar® T* FE 55 mm F1,8 ZA

Jorge Miguel Jaime Baez
Alpha Universe

Jorge Miguel Jaime Báez

Spagna

"La storia è fatta dalle persone, dalle loro passioni ed emozioni".

Visualizza profilo


x