Skip to main content (Press Enter)
 
  • OPTICAL DISC ARCHIVE (ODA)

    La soluzione ideale per l'archiviazione a lungo termine e "near-online"

    Contattaci

Panoramica

 

Produciamo sempre più dati, ogni giorno che passa Dalle comunicazioni elettroniche al GPS, dai post sui social network alle immagini e ai video digitali, produciamo più informazioni che mai.

E con l'avvento delle riprese 4K, 8K e a frame rate elevato nell'industria di produzione video, gestire e archiviare efficacemente i contenuti sta diventando sempre più importante e allo stesso tempo impegnativo.

La soluzione Optical Disc Archive (ODA) di Sony consente un'archiviazione a lungo termine affidabile e dai costi contenuti per stazioni broadcast, istituti scolastici, enti governativi federali e locali, banche e così via.

Puoi memorizzare la quantità di dati che preferisci, sia che si tratti di un piccolo archivio memorizzato su qualche scaffale o di una libreria piena di informazioni. Optical Disc Archive è una soluzione scalabile progettata per crescere con te.

I tuoi dati sono importanti. Lascia che li protegga Sony.

 

Perché scegliere Optical Disc Archive?

 

Optical Disc Archive è la soluzione ideale per l'archiviazione a lungo termine e "near-online"

 

Affidabilità

Optical Disc Archive di Sony è il risultato di oltre 30 anni di ricerca e sviluppo nelle tecnologie ottiche e offre supporto per l'affidabile archiviazione a lungo termine dei tuoi dati più importanti.

Player in caricamento...

Meccanismo di registrazione: tecnologia a variazione di fase

Optical Disc Archive scrive dati utilizzando un sistema noto come "variazione di fase". Quando il materiale della superficie di registrazione si riscalda oltre il punto di fusione (600 °C) e si raffredda rapidamente dopo la fusione con il fascio laser ottico, lo stato dei singoli elementi diventa da "cristallino" ad "amorfo", ovvero uno stato in cui gli elementi individuali vengono posizionati in maniera casuale. Inoltre, la superficie di registrazione dei dati è ricoperta in modo sicuro da una pellicola separata per ridurre al minimo gli effetti di agenti esterni come acqua o polvere.

L'adozione di questo sistema permette di realizzare prestazioni di archiviazione a lungo termine veramente eccellenti rispetto a metodi come la registrazione su nastro magnetico e disco rigido che registrano i segnali elettrici direttamente su una superficie di contatto.

 

AFFIDABILITÀ PERFETTA

Per garantire che i clienti possano memorizzare dati importanti per lunghi periodi di tempo con la massima tranquillità, verifichiamo costantemente l'attendibilità dei nostri supporti, sottoponendoli alle prove più rigorose.

Si tratta di un calcolo preventivo basato su dati oggettivi e Sony non offre alcuna garanzia che i supporti siano in grado di mantenere i dati memorizzati per 100 anni in qualsiasi condizione ambientale.

Prove di accelerazione: temperatura e umidità

Per dimostrare una durata di svariate decine di anni, eseguiamo le prove di usura accelerata definite dalle norme ISO. Lasciamo i supporti in ambienti estremamente ostili (con temperatura massima e umidità dell'80% e dell'85%) per lunghi periodi di tempo e calcoliamo il livello di degrado misurando il tasso di errore. Da questo dato siamo in grado di calcolare la durata dei supporti in ambienti normali.

Dai risultati nella figura a destra si può osservare che, quando i dati vengono conservati a 50°C, l'Optical Disc Archive di seconda generazione consente di tenere i dati al sicuro per 100 anni, ovvero 50 anni in più rispetto alla prima generazione del sistema ODA. Ciò dimostra che i supporti vantano eccellenti prestazioni di memorizzazione a lungo termine in ambienti ordinari e la capacità di resistere, ad esempio, a un'ampia gamma di condizioni climatiche in tutto il mondo e a cambiamenti ambientali temporanei durante il trasporto. Quando il supporto a nastro viene esposto ad alte temperature come queste, il nastro stesso si estende, presentando la forte possibilità di conseguenti danni ai dati.

Prove di accelerazione: gas corrosivi

Sony ha condotto un altro test di accelerazione per dimostrare che non vi sarà alcuna corrosione in ambiente normale. Tale invecchiamento è basato sulle condizioni di prova ambientale corrosiva specificate dall'IEC (International Electrotechnical Commission), Metodo-4. Il risultato è stato che il degrado della qualità dei supporti è stato praticamente nullo dopo aver lasciato i supporti nel gas corrosivo per 2 settimane.

Prove con acqua di mare: supporti resistenti all'acqua

Negli ultimi anni abbiamo assistito a molte catastrofi naturali: tsunami, uragani e inondazioni hanno creato molti danni da acqua. L'Optical Disc Archive è il mezzo ideale per proteggere i dati dei clienti da danni dovuti all'acqua. Per dimostrarlo, abbiamo lasciato immersi i supporti in acqua di mare per 3 settimane. Dopo la rimozione dell'acqua e la completa asciugatura dei supporti, è stato confermato che i dati potevano ancora essere letti. Quando l'acqua penetra all'interno di un disco rigido, i danni su tutti i dati presenti sul disco sono inevitabili, mentre l'acqua e il sale causano il degrado della superficie nastro, generando un rischio estremamente elevato di perdita di dati. Terze parti hanno effettuato dei test su XDCAM, che utilizza la stessa tecnologia a disco ottico di Sony, nella neve e in lavastoviglie.

Prova di resistenza all'abrasione: supporti anti-graffio

Quando maneggiamo supporti ottici convenzionali, come CD, DVD e Blu-ray Disc, tutti noi cerchiamo di farlo tenendo il supporto dalle estremità, per proteggerne la superficie. Lo facciamo in quanto ripetuti graffi sulla superficie generano una destabilizzazione nella lettura dei dati da parte del laser. Ogni disco utilizzato dall'Optical Disc Archive è protetto da una robusta pellicola di rivestimento, che lo rende resistente ai graffi anche se esposto ad abrasione. La figura a destra mostra le prove di abrasione condotte da Sony e dimostra che, mentre i DVD tradizionali sono rigati, i dischi utilizzati dall'Optical Disc Archive sono quasi senza graffi.

Durante l'utilizzo ordinario, i dischi non sporgono all'esterno della cartuccia.

I dischi sono suddivisi all'interno della cartuccia in modo da non entrare mai in contatto l'uno con l'altro.

Un disco senza rivestimento

(immagine ingrandita)

Optical Disc Archive (ODA)

(immagine ingrandita)

Prevenzione della falsificazione dei dati: supporto True WORM

Memorizzare i dati per un lungo periodo di tempo presenta il rischio che i dati memorizzati possano essere modificati con intenti dannosi da parte di terzi. La possibilità di sovrascrivere dati come riprese video che rappresentano beni nazionali o dati personali come informazioni mediche dovrebbe essere evitata a ogni costo. Questo è il motivo per cui i supporti vengono solitamente dotati di un meccanismo che rende impossibile la sovrascrittura dei dati memorizzati. Sebbene anche i supporti a nastro siano dotati di un interruttore di blocco registrazione per evitare riscritture, è impossibile evitare che terze parti malintenzionate manomettano i dati. Con Optical Disc Archive, al contrario, la falsificazione dei dati può essere impedita grazie alle caratteristiche di scrittura proprietarie. Le caratteristiche di "Write Once Media" dei due supporti Optical Disc Archive rendono impossibile la riscrittura dei dati dall'esterno. In questo modo, Optical Disc Archive offre protezione a lungo termine dei dati dei clienti come supporto "True WORM (Write Once Read Many)".

Lettura di dati confidenziali: basso tasso di errore

Optical Disc Archive vanta un'ampia gamma di tecnologie di correzione dell'errore software che, insieme all'hardware resistente e comprovato, garantiscono un'insuperabile qualità di lettura dei dati.

Verifica in tempo reale (unità)

I dati su Optical Disc Archive vengono letti tramite unità e driver sviluppati da Sony e la qualità di lettura viene verificata secondo norme rigorose per garantire che i dati possano essere letti senza errori anche in seguito a un'archiviazione a lungo termine.

Confronto dei dati completi utilizzando più occhi ottici!

Meccanismo di parità proprietario mediante driver del file system, oltre al normale ECC (controllo e correzione dell'errore).

Parità di Optical Disc Archive (driver del file system)

Oltre all'utilizzo della tecnologia di controllo e correzione dell'errore (ECC) del disco ottico base impiegata anche dai Blu-ray, Optical Disc Archive vanta un'impareggiabile tasso di errore allocando la parità (tecnologia che protegge i dati in caso di errore mediante la ridondanza dei dati) per ciascuna dimensione fissa in singoli layer del file system.

Controllo del valore hash (applicazione)

Content Manager e File Manager eseguono il controllo del valore hash con i dati scritti su Optical Disc Archive (il controllo del valore hash è una tecnologia standard e il suo meccanismo viene utilizzato in molte applicazioni).

Calcolo del valore hash e confronto

 

OLTRE 100 ANNI DI DURATA DI ARCHIVIAZIONE

Il sistema Optical Disc Archive archivia i dati su dischi ottici con cartuccia. Ogni cartuccia include più dischi, offrendo un'elevata capacità di archiviazione. Poiché la scrittura e la lettura dei dischi ottici avvengono senza contatto, questi modelli offrono un'archiviazione affidabile e a lunga durata. La cartuccia, a sua volta, è robusta e resistente alla polvere e dovrebbe garantire la protezione dei dati per oltre 100 anni - due volte di più del nostro precedente sistema Optical Disc Archive.

Quando il materiale della superficie di registrazione viene surriscaldato al di sopra del punto di fusione di 600 °C e poi raffreddato rapidamente, le sue sostanze solidificano in uno stato amorfo. Al contrario di quanto avviene per i dati su nastro, un sistema Optical Disc Archive non richiede la migrazione dei supporti per copiare tutti i dati sui supporti più recenti. Il software dell'unità del sistema considera ogni cartuccia di 12 dischi come un unico volume, mentre l'unità incorpora un piccolo meccanismo che cambia automaticamente i dischi, in modo che gli utenti non si rendano conto di stare utilizzando più dischi. Sono disponibili sei tipi di supporti, con cartucce di capacità compresa tra 300 GB (low-end) e 3,3 TB (high-end), che consentono agli utenti di scegliere la capacità più adatta alle loro esigenze.

 

 

 

Accessibilità

Optical Disc Archive è dotato di un'eccezionale lettura ad accesso casuale, che permette di accedere rapidamente ai dati di cui hai bisogno. Puoi riprodurre parti di un file video che desideri visualizzare e recuperare rapidamente un documento da un gran numero di file, eliminando le difficoltà di accesso correlate all'archiviazione su nastro.

Sfruttando le proprie caratteristiche di accesso casuale, Optical Disc Archive offre la possibilità di riprodurre video senza stress o frustrazione.

La testina può spostarsi liberamente sul disco.

Il nastro deve essere mandato avanti o riavvolto nella posizione dei dati richiesti.

Accesso sequenziale e accesso casuale

Con "accesso sequenziale" si intende il processo di accedere a una serie di dati su supporti in un ordine prestabilito dal primo dato, mentre con "accesso casuale" si intende il processo di accesso ai dati in ordine casuale.

Massima velocità di accesso ai dati

Pur necessitando di un cambio di disco nel caso in cui i dati richiesti si trovino su un altro disco, Optical Disc Archive offre la possibilità di accedere ai dati con notevole velocità rispetto ai dati su nastro che richiedono di mandare avanti o di riavvolgere un nastro anche di 800 metri o più di lunghezza fino alla posizione dei dati richiesti.

Tempo impiegato per un cambio di disco su Optical Disc Archive: circa 30 secondi

Tempo impiegato per spostare la testina su un nastro dati di una lunghezza di circa 800 metri: circa 2 minuti e 30 secondi

 

Riduzione dei costi

Oltre ai costi iniziali, i principali fattori di costo totale generato da archivi a lungo termine includono i costi di manutenzione necessari alla conservazione a lungo termine, come le risorse umane e il controllo della temperatura. Optical Disc Archive mantiene bassi i costi di storage a lungo termine, un fattore che ottimizza i costi di esercizio totali (TCO).

 

Nessuna migrazione

Come indica il nome, Optical Disc Archive impiega tecnologie ottiche per mantenere la compatibilità inter-generazionale, eliminando la necessità di migrazione ogni pochi anni. In questo modo si elimina la necessità di supporti hardware e software, nonché il costo delle risorse umane necessarie per svolgere lavoro di copiatura, con conseguente riduzione del TCO.

Simulazione dei consumi su un arco di oltre 10 anni

*1 Consuma 20 watt in lettura/scrittura. In questo esempio, si considerano 5 ore (0,5 ore x 10 volte) per 10 anni.

*2 Un hard disk da 2 TB consuma 6 watt quando è inattivo. In questo esempio, si utilizzano 50 hard disk per 24 ore nell'arco di 10 anni.

Scenario ipotetico: a Tokyo i nastri dati richiedono aria condizionata (AC) tutto l'anno, con un consumo di 25.000 kWh in 10 anni. I dischi ottici richiedono AC solo nei mesi estivi, con un consumo di soli 10.000 kWh in 10 anni.

*3 Temperatura di conservazione ottimale

 

Alta velocità

Nel campo dell'archiviazione dei dati, dal momento che i volumi di dati sono aumentati, è aumentata anche la necessità di leggere e scrivere dati ad alta velocità. Quando è dotato di un pick-up a 4 canali, un progetto originale di Sony, l'Optical Disc Archive permette di raggiungere una velocità di lettura massima di 1,1 Gbps. Con un pick-up a 8 canali, la velocità di lettura massima è pari a 2 Gbps.

 

L'unità drive ODS-D280U/F (di seconda generazione) è dotata di un pick-up a 8 canali che consente di raggiungere un'alta velocità di trasferimento dati

 
 

L'unità drive ODS-D77U/F (di prima generazione) è dotata di un pick-up a 4 canali

 

Inizio semplice

Semplice

L'unità Optical Disc Archive utilizza il diffuso standard USB 3.0 come interfaccia, cosa che ne consente un utilizzo immediato. E dal momento che il driver è compatibile con Windows, Mac e Linux, Optical Disc Archive può essere utilizzato con qualsiasi sistema operativo. Insieme al driver è fornito il software Optical Disc Archive Filer, uno strumento di copia dedicato per Optical Disc Archive che garantisce una copia dei file su ODA più comoda minimizzando, ad esempio, il numero di cambi di disco necessari durante la lettura dei dati e consentendo all'utente di specificare operazioni come interruzione e ripresa quando si verifica un errore durante la copia.

Archivio file di dati

Optical Disc Archive non serve solo per file video: puoi memorizzare qualsiasi tipo di dati letto dal tuo PC. Inoltre, puoi organizzare i file come meglio desideri, ad esempio per progetto o con struttura gerarchica.

Gestione semplice

Optical Disc Archive riunisce più dischi in un'unica cartuccia, per offrirti una capacità totale di massimo 3,3 TB e permetterti di gestire enormi volumi di dati contemporaneamente. Per memorizzare 1 TB di dati utilizzando Blu-ray disc da 50 GB dovresti inserire 20 dischi uno dopo l'altro nell'unità per archiviare i tuoi dati. Con Optical Disc Archive puoi semplicemente trascinare i tuoi file dal PC all'unità. E dal momento che i dischi sono racchiusi nella cartuccia, non devi preoccuparti di proteggerli da sostanze contaminanti come la polvere.

 

A prova di futuro

Roadmap

Per incrementare la capacità e la velocità di trasferimento, Sony sta mettendo a punto una roadmap di formati del sistema Optical Disc Archive. Mentre la prima generazione offriva una capacità massima di 1,5 TB, creando un nuovo standard per l'uso professionale, la seconda generazione dell'Optical Disc Archive oggi raggiunge una capacità di 3,3 TB. La terza generazione offrirà una capacità ancora maggiore, di 5,5 TB.

Lo standard Archival Disc utilizza una tecnologia collaudata per offrire una capacità più elevata. Saranno utilizzati dischi a doppio strato (3 strati per lato) e il formato Land and Groove. È inoltre previsto un aumento delle velocità di trasferimento con lo sviluppo di testine laser multicanale sull'unità di nuova generazione.

Optical Disc Archive garantisce la compatibilità intergenerazionale per la conservazione a lungo termine degli asset. Questo sistema offre una soluzione di archiviazione efficiente, sicura e affidabile in grado di soddisfare le esigenze attuali e quelle future.

Espansione di capacità

La seconda generazione di Optical Disc Archive consentirà di espanderne la capacità a un massimo di 3,3 TB per cartuccia utilizzando l'"Archival Disc" come disco senza cartuccia, la cui uscita è prevista per il 2015.

L'Archival Disc è un disco ottico di prossima generazione per uso professionale ideato da Sony Corporation e Panasonic Corporation nel marzo 2014 con l'obiettivo di espandere il mercato dell'archiviazione digitale dei dati a lungo termine. Archival Disc è un formato nuovo con un'ampia compatibilità in grado di soddisfare le esigenze di archiviazione che crescono a un ritmo sempre più rapido, mentre la capacità dei dati aumenta in settori quali l'archiviazione di produzione video a lungo termine in cui si gestiscono file di dati di grandi dimensioni, in cloud data center che gestiscono grossi volumi di dati e nelle società. Il sito che descrive la roadmap ufficiale per Archival Disc e il relativo comunicato stampa sono riportati di seguito.

 

Comunicato stampa      Scarica il white paper

In basso sono illustrate le principali tecnologie che consentono la realizzazione di un unico Archival Disc da 300 GB, la cui implementazione è prevista per il 2015. Per ottenere una capacità di 300 GB, vengono montati 3 strati su ogni lato e viene inoltre adottato un metodo di scrittura dei dati noto come "Land & Groove" che consente la scrittura di dati di maggiore densità.

Dimensioni disco (tipo)
300 GB (non riscrivibile)
Parametri ottici
Lunghezza d'onda λ = 405 nm (nanometri), apertura numerica NA = 0,85
Struttura disco
Disco a due lati (3 strati per lato), formato Land & Groove
Track pitch
0,225 μm (micrometri)
Lunghezza del bit dati
79,5 nm (nanometri)
Metodo di correzione dell'errore
Codice Reed-Solomon
 

Maggiore velocità

La seconda generazione di Optical Disc Archive impiega la nostra tecnologia ad alta velocità per la scrittura e la lettura simultanea dei dati utilizzando un totale di otto laser ottici installati su entrambi i lati del disco per ottenere una velocità di lettura massima dei dati di 2 Gbps e una velocità di scrittura massima di 1 Gbps (con verifica). È inoltre in grado di ottenere una velocità di elaborazione dei dati sorprendentemente alta rispetto ad altri supporti di archiviazione.

*La velocità di trasferimento di 2 Gbps (ovvero 250 MB/sec) consente di trasferire un'ora di dati video nel formato XDCAM HD422 di Sony (a 50 Mbps) in soli 2 minuti circa e nel formato 4K (XAVC a 600 Mbps) in soli 20 minuti circa, utilizzando la cartuccia ODC3300R

Gruppo dell'unità con 2 testine laser {2 canali}

Due gruppi di testine sono montati nell'unità e un totale di 8 canali laser sono montati per gestire entrambi i lati.

 

Retrocompatibilità

L'Archival Disc utilizza un laser per la scrittura con le stesse specifiche dei Blu-ray Disc, il che semplifica il mantenimento della retrocompatibilità. Supportato da queste tecnologie, il sistema Optical Disc Archive consente ai clienti di mantenere al minimo i costi di archiviazione a lungo termine.

Optical Disc Archive alla Arts University of Ecuador

Considerata uno dei centri di produzione audiovisiva più avanzati di tutta l'area latinoamericana, la Arts University of Ecuador ha optato per l'Optical Disc Archive.

Arts University of Ecuador

La Arts University of Ecuador è un'istituzione pubblica creata dal governo ecuadoriano per offrire agli studenti un centro didattico di alto profilo dedicato alla produzione per radio, TV e cinema, con l'intento di promuovere lo sviluppo artistico e culturale del paese. Oggi è considerata uno dei più avanzati centri di produzione audiovisiva dell'America Latina.

La sfida

L'università necessitava di un sistema facile da amministrare, con un'interfaccia intuitiva adatta a utenti non esperti e in grado di gestire in modo adeguato incarichi e permessi degli studenti.

L'obiettivo era fornire agli studenti veri strumenti professionali adattati al mercato del broadcast per offrire loro un'esperienza realistica e completa del tipo di ambiente che avrebbero incontrato nel corso della propria carriera.

L'azienda selezionata per l'implementazione della soluzione è VSN, specializzata in soluzioni multimediali e partner dell'Optical Disc Archive di Sony.

La soluzione

Il sistema si basa su VSNEXPLORER, la soluzione di gestione dei processi aziendali e multimediali di VSN, con 70 licenze simultanee per gli utenti integrate con gli strumenti di editing Avid Media Composer, Nitrix, Final Cut Pro e Adobe Premiere. Inoltre, all'università è stato fornito un sistema ridondante con archiviazione ad alto livello ISILON, composto da quattro nodi X200 da 24 TB ciascuno, con otto porte 10 GbE per editing, HD, 2K e 4K.

La libreria robotica di archiviazione è un modello ODS di Sony con 130 slot e due unità, formata da un'unità L30M con modulo di espansione L100B e due unità in fibra ottica D77. L'intero sistema è gestito dalla piattaforma di organizzazione Spider sviluppata da VSN che consente di creare un ambiente virtualizzato ridondante con quattro server Workers General VSN per il trasferimento di contenuti multimediali tra ambienti diversi, quattro server Workers Transcoder VSN dedicati per la creazione di proxy e tre server Workers Carbon Coder VSN dedicati per operazioni di transcodifica e unificazione del formato.

La piattaforma consente, tra le altre cose, di gestire in modo semplice utenti e autorizzazioni di accesso, limitare azioni come scrittura/lettura/eliminazione di contenuti e definire i volumi di archiviazione. Il sistema per la comunicazione dei dati è composto da uno SWITCH 10 GbE che comunica con ogni server, e da due switch ridondanti con porte 48 GbE a cui sono connesse le stazioni client.

I risultati

L'intero sistema è stato sviluppato in brevissimo tempo rispettando le scadenze della Arts University e il personale ha ricevuto la formazione necessaria per utilizzare al meglio gli strumenti di VSN.

Adesso gli studenti possono studiare, fare pratica e apprendere le più avanzate tecniche di gestione dei contenuti audiovisivi in un ambiente sicuro, stabile e professionale, ricevendo una formazione di alto livello conforme agli ultimi standard disponibili nel mercato del broadcast.

Il workflow

Scopri come l'Optical Disc Archive di Sony è stato integrato nel workflow creato da VDS

L'archivio video del Vaticano adotta il digitale con l'innovativa soluzione Optical Disc Archive di Sony

Player in caricamento...

Tra le risorse più importanti nell'archivio del Vaticano ci sono video dei momenti speciali nelle vite dei Papi. Grazie alla tecnologia di Sony, queste registrazioni insostituibili saranno presto al sicuro e più accessibili che mai.

 

CTV (Centro Televisivo Vaticano) è il canale televisivo del Vaticano, voluto da papa Giovanni Paolo II nel 1983. La troupe della stazione riprende le attività del Santo Padre e della Santa Sede, il governo centrale della Chiesa cattolica romana, con cui produce programmi completi, fornisce filmati ad altri broadcaster in tutto il mondo e tiene un archivio esteso a disposizione per l'uso futuro.

Nell'ambito del progetto per la digitalizzazione degli archivi del Vaticano, il team di CTV ha richiesto di passare all'archiviazione senza nastro. Dopo aver valutato attentamente le varie soluzioni sul mercato, hanno scelto di investire in tecnologie Sony.

La soluzione di Sony si basa su una libreria Optical Disc Archive (ODA) da utilizzare insieme alla piattaforma per l'integrazione e l'organizzazione del workflow Media Backbone Conductor (MBC).

La prima fase del progetto prevede la collaborazione con fornitori di terze parti per rinnovare la sala controllo principale di CTV. Una volta installati i nuovi sistemi, inizierà il processo di creazione di una versione digitale completa dell'archivio video esistente, sostituendo i nastri con cartucce a disco ottico ODA, ciascuna in grado di contenere fino a 1,5 terabyte di dati.

Grazie alla stabilità e alla durevolezza delle cartucce ODA, l'archivio del Vaticano sarà al sicuro e facilmente accessibile per gli anni a venire.

Jyske Bank adotta Optical Disc Archive

"Optical Disc Archive è una soluzione di facile utilizzo e relativamente conveniente per noi. Le 30 cartucce Optical Disc Archive sempre disponibili nella libreria PetaSite soddisfano alla perfezione i nostri requisiti".

Profilo della società

L'istituto danese Jyske Bank (pronuncia "You-ska"), figura unica tra gli istituti bancari e tra i primi marchi bancari di tutto il mondo, ha adottato una strategia di comunicazione assolutamente innovativa, incentrata quasi esclusivamente sui video.

La banca produce ogni giorno contenuti video per il proprio canale Web TV sin dal 2006. Si tratta di contenuti ideati per diffondere messaggi di marketing e PR di varia natura, destinati sia ai clienti che al grande pubblico. Il mezzo video è utilizzato anche internamente per la diffusione di comunicati aziendali, interventi formativi e informazioni. Infine, ogni settimana i dipendenti possono assistere al programma dal vivo "Inside Live". Il nucleo del network è costituito da Jyskebank.tv, a detta dell'azienda fonte interattiva imprescindibile per chiunque desideri informazioni sui più recenti sviluppi in campo finanziario. Si tratta di un canale TV che trasmette notizie economiche e informazioni minuto per minuto sui mercati finanziari.

Questo approccio insolito ha già permesso all'azienda, che si definisce contemporaneamente una banca e una società del settore media, di ricevere numerosi riconoscimenti. Il team di broadcast permanente, composto da 15 persone, produce programmi finanziari in inglese e danese, oltre a validi reportage su argomenti che la banca reputa interessanti per il proprio pubblico, composto prevalentemente da giovani consumatori e piccole imprese, e che possono includere interviste a personalità del mondo dei media, calciatori e persino filosofi.

La banca ospita uno studio TV all'avanguardia basato su file nella città danese di Silkeborg e si avvale della collaborazione di una serie di corrispondenti dal vivo da località sparse in tutto il mondo, incluso il NASDAQ di Times Square a New York.

Tutti i contenuti condivisi dalla società sono incorporabili o condivisibili su altri siti, ed è per questo che, a quanto afferma l'azienda stessa, l'80% dei contenuti prodotti da Jyske Bank non viene visualizzato sul suo sito o sui canali di sua proprietà, ma piuttosto su fonti esterne. In questo modo Jyske Bank è riuscita ad attrarre partner mediatici del calibro del Mobile World Congress e del festival di Cannes.

I requisiti di Jyske Bank

I contenuti sono prodotti in formato digitale sin dal 2006 e archiviati nel sistema online Avid Interplay interno di Jyskebank.tv. Circa tre anni fa, rendendosi conto che per l'archiviazione di oltre 6000 programmi serviva una soluzione più a lungo termine, la banca ha incominciato a prendere in esame altre opzioni.

Steen Mertz, Director of Communications Technology, spiega: "Abbiamo archiviato una grande quantità di contenuti nel sistema Avid Interplay e abbiamo deciso che era il momento di passare a un'altra forma di archiviazione. A nostro avviso, nel lungo termine il sistema di archiviazione Avid Interplay si sarebbe rivelato troppo costoso. Gran parte dei contenuti non viene utilizzata quotidianamente, perciò questa soluzione stava diventando troppo dispendiosa per un archivio in crescita.

"Ovviamente, dobbiamo tenere un qualche tipo di registro dei contenuti prodotti finora, ma era necessario anche poter accedere all'archivio per scegliere clip delle produzioni precedenti. Mantenere un archivio online, tuttavia, non rappresentava un utilizzo razionale, e tanto meno economico, dello spazio di archiviazione su server.

"Abbiamo cercato la soluzione giusta per anni, e finalmente con Sony l'abbiamo trovata". Inizialmente, in fase di prova, Jyske Bank aveva adottato per il suo archivio una soluzione su nastro. "Benché disponiamo di una discreta mole di contenuti, si tratta di quantitativi risibili rispetto a un'emittente nazionale, e avremmo dovuto acquistare un sistema di archiviazione dei dati su nastro di grandi dimensioni perché fosse una soluzione economicamente sostenibile per l'azienda."

Perché Sony

"Alle fiere di settore non manchiamo mai di esplorare il mercato e abbiamo instaurato un buon rapporto con Sony in Danimarca", ha dichiarato Mertz. "L'anno scorso abbiamo adottato come standard aziendale i supporti basati su file SxS di Sony, abbandonando il sistema P2, e investito nei camcorder PMW-500 per le riprese dei contenuti".

"Ci è sembrato che Sony offrisse una serie di tecnologie più avanzate, che meglio rispondevano alla direzione attuale e futura di Jyske Bank", ha aggiunto. "Senza contare che la soluzione Optical Disc Archive di Sony ci è parsa più elegante [delle soluzioni su nastro] nella sua capacità di accedere ai contenuti e recuperarli".

La soluzione Sony

Jyske Bank ha acquistato un'unità principale ODS-L30M della libreria a 30 slot Optical Disc Archive PetaSite. L'unità contiene due unità in fibra ottica Optical Disc Archive ODS-D77F, 30 cartucce e un meccanismo robotico integrato in uno chassis installabile a rack da 7U e 19". L'unità ODS-L30M è alla base della soluzione PetaSite Optical Disc Archive. È possibile applicare a ODS-L30M fino a cinque unità di espansione, per formare un'unica libreria 42U che offre un massimo di 535 cartucce (802 TB), a seconda delle unità di espansione utilizzate.

La soluzione di archiviazione è gestita nel suo complesso dall'applicazione File Manager di Sony, che con l'ausilio di cinque client di rete costituisce un metodo flessibile, economico ed efficiente per l'archiviazione a lungo termine di preziose risorse con un intervento minimo da parte dell'utente.

Il sistema Optical Disc Archive di Sony è ideale per l'archiviazione a lungo termine laddove il nastro dati non può garantire l'integrità dei dati archiviati o si necessita dei requisiti di un'archiviazione a lungo termine su supporti non riscrivibili. Il disco ottico offre una seconda copia disponibile in un sito remoto ed è ideale per operazioni di disaster recovery e continuità aziendale, post-produzione e backup di produzione, oltre che per l'archiviazione di video, filmati e immagini di repertorio o di archivi nazionali. Il sistema può essere utilizzato anche per l'archiviazione di contenuti "near online", quali news e filmati sportivi, grazie a un browser di ricerca on-line e a un sistema di archiviazione di clip proxy.

I vantaggi per Jyske Bank

"Optical Disc Archive è davvero facile da utilizzare", spiega Mertz. "Data l'economia del nostro archivio, Optical Disc Archive rappresenta una soluzione relativamente poco dispendiosa per noi e ci offre ottime possibilità di recuperare i contenuti. Le 30 cartucce Optical Disc Archive sempre disponibili nella libreria PetaSite soddisfano alla perfezione i nostri requisiti".

Le fasi successive

La migrazione dei contenuti da Optical Disc Archive è iniziata nei primi mesi estivi del 2014 e si sta avviando a compimento. L'archivio, risalente a otto anni fa, comprendeva un insieme di contenuti SD e HD, perciò abbiamo provveduto a designare un team che, oltre a gestire il processo, si occupasse di introdurre un sistema di controllo di qualità dei contenuti da trasferire su Optical Disc Archive.

 

"Sono anni che cerchiamo una soluzione, e finalmente con Sony l'abbiamo trovata".

Steen Mertz, Director, Communications Technology, Jyske Bank

Con l'Optical Disc Archive di Sony il canale di news N1 offre ai telespettatori contenuti interessanti e informativi

Profilo della società

N1 è la prima piattaforma di notiziari regionale con sedi a Belgrado, Sarajevo e Zagabria, e il canale affiliato della CNN per quest'area dedicato in esclusiva alle notizie locali, con un servizio di informazione professionale, affidabile e preciso 24 ore su 24 garantito da esperti giornalisti e dall'uso della tecnologia più avanzata.

Lanciato quest'anno, N1 ha standardizzato le sue operazioni ENG e di trasmissione in tempo reale utilizzando una gamma di apparecchiature di produzione Sony, tra cui camcorder XDCAM HD, telecamere da studio, switcher video e Optical Disc Archive per l'archiviazione digitale.

N1 svolge le sue operazioni attraverso tre principali strutture di produzione di news (Belgrado, Sarajevo e Zagabria) con sedi più piccole distribuite in tutta la regione. Il suo obiettivo è fornire "ai telespettatori contenuti interessanti e informativi".

"La nostra è una configurazione unica nella regione e, probabilmente, in tutta Europa", ha dichiarato Igor Jovic, Chief Technical Director di N1. "Le nostre operazioni ENG e di trasmissione richiedono i più elevati standard professionali fin dal primo giorno, oltre alla massima coordinazione fra i tre centri di produzione. Questo risultato è stato possibile grazie all'adozione delle apparecchiature di Sony".

In base all'accordo con la CNN, N1 sarà l'unico canale per le news affiliato della CNN in quest'area geografica e come tale avrà l'accesso esclusivo ai video e alle risorse ENG di CNN International per le trasmissioni in Bosnia-Erzegovina, Croazia e Serbia

Lanciato quest'anno, N1 ha standardizzato le sue operazioni ENG e di trasmissione in tempo reale utilizzando una gamma di apparecchiature di produzione Sony, tra cui camcorder XDCAM HD, telecamere da studio, switcher video e l'Optical Disc Archive per l'archiviazione digitale.

Sony ha fornito apparecchiature per la produzione in diretta e telecamere a questi tre studio oltre a tre stanze di controllo situate nelle capitale dei tre paesi e telecamere XDCAM HD422 per applicazioni di ENG. Il formato di file interno è MXF XDCAM 50 Mb/s 422.

I requisiti di N1

Una delle parti più importanti delle operazioni di N1 è una soluzione di archiviazione scalabile che si integrerà nella produzione di contenuti giornaliera.

"Con il canale delle news stiamo provando a fare qualcosa di diverso nell'area rispetto ai canali televisivi analoghi della concorrenza tramite l'adozione di nuova tecnologia", ha dichiarato Jovic. "Quando si tratta di archiviare, riteniamo che la cosa più importante sia avere una soluzione di archiviazione di buona qualità e affidabile che sia valida oggi e in futuro.

"Abbiamo esaminato l'uso dell'archiviazione digitale su nastro, ma abbiamo scelto l'Optical Disc Archive perché siamo sicuri al 100% che in futuro potremo recuperare i contenuti in qualsiasi momento, qualcosa che per ora non possiamo garantire poiché le generazioni attuali dei nastri di archiviazione saranno sostituite".

La soluzione Sony

N1 ha investito in una soluzione Optical Disc Archive di Sony, che comprende la libreria PetaSite ODS-L30M, gestita con middleware da XenData. La libreria PetaSite offre una capacità di 136 TB, scalabile fino a 800 TB, mentre l'Optical Disc Archive offre un'aspettativa di vita dei supporti archiviati di 50 anni.

Il sistema Optical Disc Archive di Sony è ideale per l'archiviazione a lungo termine laddove il nastro dati non può garantire l'integrità dei dati archiviati o si necessita dei requisiti di un'archiviazione a lungo termine. È ideale per una soluzione di archiviazione broadcast in un sito remoto grazie alla disponibilità di una seconda copia e per operazioni di disaster recovery e continuità aziendale, post-produzione e backup di produzione, oltre che per l'archiviazione di video, filmati e immagini di repertorio o di archivi audio e video nazionali. Il sistema può essere utilizzato anche per l'archiviazione di contenuti "near online", quali news e filmati sportivi, grazie a un browser di ricerca on-line e a un sistema di archiviazione di clip proxy.

In qualità di unico fornitore delle soluzioni di archiviazione, Sony ha realizzato e implementato il sistema avvalendosi della collaborazione del partner e rivenditore locale ProVideo.

Perché Sony

"Con Optical Disc Archive non importa se la tecnologia fa progressi, cosa che accadrà senz'altro, perché la nostra soluzione è scalabile e adattabile a nuove esigenze di archiviazione", ha spiegato Jovic. "Se e quando sarà disponibile la prossima generazione di supporti, sappiamo che la strategia Optical Disc Archive di Sony funzionerà. Volevamo investire in un sistema sin dall'inizio, in modo da non essere costretti, tra cinque, dieci o venti anni, a effettuare una migrazione dei nostri supporti verso un altro sistema o un'altra versione di sistema".

La sicurezza della piattaforma non è stata l'unica ragione dietro la scelta tecnologica del canale N1. "La velocità di accesso è stata fondamentale", ha affermato Jovic. "Il nostro team di produzione sta rivisitando vecchie registrazioni dall'archivio per usarle con i notiziari di tutti i giorni. Con la soluzione Optical Disc Archive PetaSite il recupero dei contenuti, oltre che affidabile, è particolarmente veloce, specialmente per i video di piccole dimensioni che di solito produciamo. Ciascun disco Optical Disc Archive può contenere migliaia di file di piccole dimensioni e programmi completi, ma il fattore determinante per la sua scelta è stata l'efficienza con cui i team di produzione possono ricercare, accedere e recuperare contenuti particolari dall'Optical Disc Archive. Ciò significa che possiamo integrare l'archivio come parte fondamentale della produzione giornaliera e massimizzarlo come una risorsa."

Sony Professional Solutions Europe ha fornito i servizi professionali per tutta la progettazione del sistema, gestione del progetto per l'implementazione dell'applicazione XenData e ha realizzato la soluzione di archiviazione in tutti gli aspetti entro la data di messa in onda di N1.

I vantaggi per N1

La libreria di archiviazione, che attualmente conta 10.000 ore, in continuo aumento, si interfaccia al sistema di gestione degli asset multimediali IBIS iFind tramite il middleware XenData.

"Tutti i nostri giornalisti ora hanno la possibilità di vedere dove si trovano i loro file e possono recuperarli dall'archivio e inviarli al sistema di archiviazione centrale per l'editing e quindi direttamente in onda da qualsiasi postazione desktop. Il tutto a una velocità incredibile", ha dichiarato Jovic. Non occorrono più due o tre giorni per recuperare le notizie archiviate e metterle a disposizione dei giornalisti. La soluzione di archiviazione PetaSite di Sony integrata con il middleware XenData è una strategia di archiviazione a lungo termine comprovata e affidabile.

Il sistema completo offre una combinazione di flessibilità, lunga durata e valore. "Quando si tratta di trasmettere le notizie, la politica della nostra azienda è quella di utilizzare la tecnologia più avanzata al mondo", ha affermato Jovic. "Questo ci permette di diventare non solo il canale di notizie numero uno nella nostra regione, ma anche uno dei broadcaster di notizie leader a livello internazionale". Sony PSE ha realizzato una soluzione di archiviazione totale che soddisfa la visione strategica di N1.

"Ogni disco ODA può contenere migliaia di file di piccole dimensioni, ma il fattore determinante per la sua scelta è stata l'efficienza con cui i team di produzione possono ricercare e recuperare contenuti particolari dall'Optical Disc Archive e quindi accedervi. Vuol dire che possiamo incorporare l'archivio come una parte fondamentale della produzione giornaliera e massimizzarlo come una risorsa."

Igor Jovic, Chief Technical Director, N1

 

I NOSTRI PARTNER

 

Collaboriamo attivamente con i nostri partner nel settore dell'archiviazione per garantire a tutti i nostri clienti la migliore esperienza con le loro attrezzature. Adottiamo una politica aperta e collaborativa in supporto dei nostri partner, e siamo molto orgogliosi del fatto che tutte le principali aziende di tecnologia di archiviazione supportino Optical Disc Archive (ODA). Scopri ulteriori informazioni sui nostri partner e sui loro prodotti compatibili con Optical Disc Archive.

CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA

Archiviazione semplice con unità drive

 

Sistema di libreria a 10 slot compatto

ODS-L10 non permette di installare l'unità di seconda generazione

Sistema scalabile di librerie PetaSite con applicazione MAM

Sistema di archiviazione basato su nastro con PWS-100TD1 e PWS-300TD2

L'utilizzo congiunto di una stazione per la digitalizzazione di nastri (PWS-100TD1 o PWS-300TD2) e del sistema Optical Disc Archive (ODA) permette di accedere agli asset video basati su nastro e di effettuarne la digitalizzazione in modo efficiente in un formato basato su file. Queste stazioni per la digitalizzazione di nastri, dotate di software analitico originale di Sony, monitorano gli errori durante l'acquisizione di asset VTR e generano elenchi che consentono un'efficiente risoluzione degli errori individuati. Inoltre, semplifica il processo di conversione e non richiede alcuna competenza specialistica per la configurazione o l'utilizzo. Offre pertanto una soluzione efficace e flessibile per i clienti che desiderano migrare i propri asset su Optical Disc Archive.

PRODOTTI CORRELATI

LIBRERIA COMPATTA

Libreria Optical Disc Archive a 10 slot ODS-L10

LIBRERIA PETASITE SCALABILE

Sistema di libreria scalabile PetaSite Optical Disc Archive

Contenuti multimediali

Cartucce Optical Disc Archive (ODA)

AMBIENTI CORRELATI

EDUCATION

ATTRAZIONI TURISTICHE