SONY WORLD PHOTOGRAPHY AWARDS 2024

ANNUNCIATI I NOMI DEI GIUDICI E DELLA NUOVA PRESIDENTE E LE DATE DELLA MOSTRA

Immagine1.png

La World Photography Organisation è lieta di comunicare che la curatrice indipendente e consulente fotografica Monica Allende sarà la nuova Presidente della giuria del concorso Professional. In concomitanza con l’annuncio, sono stati presentati anche i nomi di tutti i giudici dei Sony World Photography Awards 2024, nonché le date della mostra, che, come da tradizione, tornerà alla Somerset House di Londra dal 19 aprile al 6 maggio 2024.

 

Giunti alla 17ª edizione, i Sony World Photography Awards sono uno dei più prestigiosi concorsi fotografici a livello internazionale: celebrano il meglio della produzione fotografica contemporanea e garantiscono ampia visibilità, oltre a ottime opportunità lavorative, ai fotografi di tutto il mondo.

 

Per Sony, promuovere gli Awards è un modo per coltivare costantemente la cultura fotografica, offrendo una piattaforma globale ai talenti di oggi. Non sono previste quote di iscrizione e i partecipanti sono giudicati in forma anonima dai massimi esponenti del settore.

 

LA GIURIA 2024
Quest’anno, il compito di presiedere la giuria del concorso Professional è stato affidato alla curatrice indipendente e consulente fotografica Monica Allende, che coordinerà anche la mostra dei Sony World Photography Awards 2024 presso la Somerset House londinese. Forte di un solido bagaglio di esperienza nel mondo della fotografia, Allende ha già ricoperto posizioni di rilievo nel settore: è stata, fra l’altro, direttrice artistica del Landskrona Foto Festival e del GetxoPhoto International Image Festival, e photo editor del Sunday Times Magazine, dove ha lanciato la pluripremiata sezione fotografica Spectrum. Allende è anche curatrice del Blues Skies Project, finalista al Deutsche Börse Photography Foundation Prize 2019, e docente presso il London College of Communication e l’EFTI (Centro Internacional de Fotografía y Cine) di Madrid.

 

La Presidente ha commentato così la nomina: “È un grande onore per me presiedere la giuria di un concorso così rilevante a livello internazionale e mi entusiasma l’idea di intavolare dibattiti stimolanti sulla fotografia con esperti e giurati provenienti da ogni parte del mondo. Spero di potermi confrontare con diversi punti di vista in modo innovativo e collaborativo, e non vedo l’ora di ammirare lavori che mi spingano a prendermi un momento per riflettere e valutare”.

 

La giuria di quest’anno rappresenta un ampio ventaglio di competenze ed esperienze da svariati background fotografici. Questi i suoi componenti:

 

Concorso Professional

  • Elena Navarro, curatrice fotografica, produttrice e consulente, Messico
  • Mutsuko Ota, direttrice editoriale della rivista IMA, Giappone
  • Elisabeth Sherman, curatrice senior e direttrice mostre e collezioni dell’International Center of Photography (ICP), Stati Uniti
  • Tanzim Wahab, curatore della Spore Initiative, Germania, e direttore del festival Chobi Mela, Bangladesh
  • Monica Allende, curatrice indipendente, consulente fotografica e Presidente di giuria

 

Concorsi Open e Youth

Daniel Blochwitz, curatore del Fotofestival Lenzburg, Svizzera

 

Concorso Student

Ravi Ghosh, vicedirettore del British Journal of Photography, Regno Unito

 

 

DATE DELLA MOSTRA 2024 E DEL TOUR EUROPEO 2023

La mostra che ospiterà i lavori dei vincitori dei Sony World Photography Awards 2024 sarà allestita presso la Somerset House di Londra dal 19 aprile al 6 maggio.

 

Dopo l’inaugurazione a Londra e le successive tappe a Tokyo, Ho Chi Minh e Milano, l’edizione 2023 si sposterà ora a Berlino, dove dal 17 novembre 2023 al 28 gennaio 2024 animerà le sale della Willy-Brandt-Haus.

 

Per maggiori dettagli, visitare il sito: worldphoto.org.

 

PREMI E SCADENZE 2024

I Sony World Photography Awards si sono aperti il 1° giugno 2023. Per maggiori informazioni sul concorso e sulle categorie, visitare il sito www.worldphoto.org/sony-world-photography-awards.

 

 

Questi i termini ultimi per iscriversi ai quattro concorsi:

 

Professional: 12 gennaio 2024, 13:00 GMT

 

Open: 5 gennaio 2024, 13:00 GMT

 

Student: 30 novembre 2023, 13:00 GMT

 

Youth: 5 gennaio 2024, 13:00 GMT

 

Tutti i vincitori delle categorie Professional, Open, Youth e Student riceveranno un set di apparecchiature fotografiche digitali di Sony. Inoltre, i vincitori del titolo Photographer of the Year e Open Photographer of the Year riceveranno un premio in denaro rispettivamente di 25.000 dollari e 5.000 dollari, mentre il Sustainability Prize avrà un valore di 5.000 dollari. Il Photographer of the Year sarà inoltre protagonista di una presentazione monografica nell’ambito della mostra londinese dei Sony World Photography Awards, che si terrà l’anno successivo. Gli scatti dei vincitori di categoria e dei finalisti verranno esposti a Londra in occasione della mostra annuale dei Sony World Photography Awards, che in seguito farà tappa in altre parti del mondo, e saranno pubblicati sul catalogo annuale dei Sony World Photography Awards.


CONTATTI PER LA STAMPA

PER ULTERIORI INFORMAZIONI, CONTATTARE:

Polly Brock / Vanda Ivančić on media@creoarts.com

 

NOTE PER LA STAMPA

 

SONY WORLD PHOTOGRAPHY AWARDS

Creati dalla World Photography Organisation e acclamati in tutto il mondo, i Sony World Photography Awards rappresentano uno degli appuntamenti più importanti per il settore fotografico internazionale. Aperti a tutti a titolo gratuito e ormai giunti alla 17a edizione, gli Awards rappresentano un importantissimo sguardo sul mondo della fotografia contemporanea e offrono agli artisti, sia affermati che emergenti, la straordinaria opportunità di esporre il proprio lavoro. La manifestazione, inoltre, rende merito ai fotografi più influenti al mondo assegnando il premio Outstanding Contribution to Photography; tra i vincitori degli anni passati figurano William Eggleston (2013), Mary Ellen Mark (2014), Martin Parr (2017), Candida Höfer (2018), Nadav Kander (2019), Gerhard Steidl (2020), Graciela Iturbide (2021), Edward Burtynsky (2022) e Rinko Kawauchi (2023). La Somerset House di Londra ospita gli scatti dei fotografi vincitori e finalisti con una prestigiosa mostra annuale. Gli hashtag da seguire sono #SonyWorldPhotographyAwards e #SWPA2024. worldphoto.org/sony-world-photography-awards-exhibition

 

WORLD PHOTOGRAPHY ORGANISATION

La World Photography Organisation è un’importante piattaforma globale dedicata allo sviluppo e alla promozione della cultura fotografica. I nostri programmi e concorsi fotografici offrono preziose opportunità agli artisti che si occupano di fotografia, contribuendo a stimolare il dibattito attorno alle loro opere. I Sony World Photography Awards sono la proposta principale della World Photography Organisation. Istituiti nel 2007, costituiscono uno dei più grandi e prestigiosi concorsi di fotografia al mondo e celebrano i lavori di professionisti emergenti e affermati, richiamando decine di migliaia di visitatori alle mostre di diversi paesi. La World Photography Organisation è la diramazione fotografica di Creo, che si occupa di realizzare iniziative e programmi di tre settori: fotografia, cinema e arte contemporanea. Segui la World Photography Organisation su Instagram (@worldphotoorg), Twitter (@WorldPhotoOrg) e LinkedIn/Facebook (World Photography Organisation).

 

CREO

Creo progetta e organizza eventi e programmi improntati a tre filoni chiave: fotografia, cinema e arte contemporanea. Nata nel 2007 come World Photography Organisation, nel tempo Creo ha ampliato il proprio raggio d’azione sviluppando ulteriormente la sua missione, puntando a offrire opportunità significative ai talenti creativi ed espandere la portata delle proprie attività culturali. Oggi i suoi progetti di punta sono i Sony World Photography Awards, i Sony Future Filmmaker Awards, PHOTOFAIRS Shanghai, Photo London e PHOTOFAIRS New York. Parte di Angus Montgomery Arts, Creo contribuisce a sviluppare le iniziative del Gruppo, tra cui le principali fiere d’arte al mondo. Fedele al suo nome di origine latina dall’evidente significato, Creo punta a garantire rappresentanza e autonomia alle voci creative. www.creoarts.com

 

SONY GROUP CORPORATION

Sony Group Corporation è una “creative entertainment company” con solide fondamenta basate sulla tecnologia. Dal gaming e i servizi online, alla musica, al cinema, ai prodotti elettronici, alle soluzioni sensoriali e di imaging fino ai servizi finanziari – l’obiettivo di Sony è riempire il mondo di emozione attraverso il potere della creatività e della tecnologia. Per maggiori informazioni, visitare il sito: sony.com/en

 

SONY CORPORATION

Sony Corporation è una controllata di Sony Group Corporation ed è responsabile del business Entertainment, Technology & Services (ET&S) di Sony Group. Con l’obiettivo di “continuare a offrire Kando e Anshin* alle persone e alla società in tutto il mondo attraverso la ricerca tecnologica e di nuove sfide”, Sony Corporation supporta Sony Group con la tecnologia che darà ai creator la possibilità di creare nuovi contenuti di intrattenimento nel futuro. Per ulteriori informazioni relative a Sony, visitare il sito: www.sony.net

* Le parole sono entrambe in lingua giapponese: Kando significa “emozione” e Anshin ha vari significati, tra cui “tranquillità”, “rassicurazione”, “affidabilità” e “fiducia”.

 

LA GIURIA 2024

Monica Allende è una curatrice indipendente, direttrice artistica, consulente e docente. Dal 2019 al 2022 è stata direttrice artistica del Landskrona Foto Festival e dal 2017 al 2019 del GetxoPhoto International Image Festival. Ha curato la mostra Light dell’evento Peckham24 In occasione del Photo London 2021, ha diretto il FORMAT17 International Photography Festival e ha collaborato con WeTransfer in veste di consulente e produttrice creativa. Attualmente è impegnata nel Blues Skies Project, un progetto interdisciplinare con l’artista Anton Kusters, che sarà inaugurato nel 2024 nell’ambito della collezione permanente del Victoria and Albert Museum. Il progetto è stato finalista del Deutsche Börse Photography Foundation Prize 2019 ed esposto a Les Rencontres d’Arles nel 2021. Allende fornisce consulenza in materia di strategia e programmazione a CAMPO.lat, una piattaforma digitale di base, e collabora inoltre ai programmi di formazione e tutoraggio della VII Foundation. Nel periodo trascorso con il Sunday Times Magazine come photo editor, ha lanciato Spectrum, la pluripremiata sezione fotografica della rivista. Attualmente è anche professoressa invitata presso il London College of Communication di Londra e l’EFTI di Madrid. Costantemente impegnata a coltivare talenti nuovi ed emergenti, Allende partecipa alle nomination e alle giurie di diversi concorsi di fotografia e residenze d’artista e, in virtù delle sue competenze nelle prassi curatoriali, è membro dei consigli d’amministrazione di Photoworks e della Deutsche Börse Foundation.

 

Elena Navarro è fondatrice e direttrice artistica dell’International Photography Festival FOTOMÉXICO, una piattaforma di riflessione, divulgazione e produzione fotografica. In precedenza, ha diretto il Centro de la Imagen de la Ciudad de México, prima di fondare nel 2020 Espacio V, un’organizzazione non profit che si propone di amplificare la presenza della fotografia contemporanea nella vita quotidiana degli abitanti dell’America Latina. Nel corso della sua carriera, Elena Navarro ha stretto e consolidato legami di collaborazione nell’ecosistema culturale della fotografia e della produzione di immagini attraverso progetti congiunti tra istituzioni, musei, collezioni pubbliche e private, artisti e creator. Nell’ultimo decennio, si è prodigata in modo particolare per dare visibilità alle opere di artiste e creatrici messicane e sudamericane, in un continuo dialogo con Europa, Stati Uniti e il resto del mondo. Elena è stata inoltre nominator ed esaminatrice di portfolio nelle giurie di diversi premi, fra cui il Prix Pictet e l’ICP Infinity Award, e nel 2022 ha svolto l’incarico di direttrice culturale del Magnum Photos 75 Years a New York. Attualmente è ambasciatrice di Paris Photo in Messico e America Latina.

 

Mutsuko Ota è la direttrice editoriale della rivista IMA. In precedenza, è stata direttrice di Marie Claire e caporedattrice di numerose riviste maschili di spicco, in particolare Esquire e GQ. Oltre a collaborare a diverse pubblicazioni come redattrice freelance, è stata coinvolta in progetti di varia natura, dall’editing di volumi e cataloghi museali a progetti d’artista e promozioni cinematografiche. Nel suo attuale ruolo di direttrice di IMA, Mutsuko ha lanciato il sito ufficiale della rivista nel 2012 (imaonline.com) e ha iniziato a pubblicare libri fotografici per le edizioni IMA Photobooks. Nel 2018 è stata direttrice della mostra dell’Asama International Photo Festival.

 

Elisabeth Sherman è la curatrice senior e direttrice mostre e collezioni dell’International Center of Photography (ICP), a New York. La sua prima mostra presso l’ICP, Muriel Hasbun: Tracing Terruño, ha aperto i battenti a settembre 2023 e proseguirà fino a gennaio 2024. In precedenza, in veste di assistente curatrice del Whitney Museum of American Art, ha curato e co-curato molte delle mostre del museo, fra cui Time Management Techniques (2022), Dawoud Bey: An American Project (2019-2022), esposta in quattro diverse location e premiata ai Lucie Awards del 2021 come Photo Museum Exhibition of the Year, Making Knowing: Craft as Art, 1950-2019 (2019-2022) e la presentazione di Zoe Leonard: Survey presso il Whitney, per citare solo alcuni eminenti esempi. Sherman è autrice di cataloghi di mostre e monografie di artisti e scrive contributi per Artforum e Art in America. È inoltre membro del consiglio di Burnaway ad Atlanta.

 

Tanzim Wahab è un curatore, ricercatore e docente che si divide tra Berlino e Dhaka. I suoi interessi curatoriali vertono sull’intreccio sensoriale e comunitario degli spazi culturali, le prassi di localizzazione e la formazione artistica alternativa. Oltre che direttore del Chobi Mela International Festival of Photography a Dhaka, è curatore e community facilitator della Spore Initiative berlinese. Tra il 2016 e il 2021 è stato curatore capo della Bengal Foundation, per la quale ha coordinato mostre e progetti di ricerca curatoriali concentrati nelle regioni asiatiche meridionali. Insieme a Munem Wasif, è stato autore di due edizioni di Kamra – un’esaustiva pubblicazione in bengalese dedicata a idee e dibattiti sulla teoria e la storia della fotografia. In questo momento è co-redattore di Primary Documents: South Asia, una pubblicazione del MoMa che tratta di storia dell’arte interregionale. Dal 2013 al 2015, Wahab ha rivestito la carica di vicepreside del Pathshala South Asian Media Institute, di cui è attualmente docente e membro del consiglio. Di recente è stato nominato co-curatore della Biennale für aktuelle Fotografie 2024 in Germania.

 

Daniel Blochwitz affianca alla professione fotografica anche i ruoli di curatore, autore, docente e consulente. Dopo aver conseguito una laurea magistrale in fotografia all’Università della Florida nel 2003, ha frequentato l’Independent Study Program del Whitney Museum a New York. Per oltre dieci anni ha lavorato per gallerie di New York e Zurigo prima di dedicarsi all’attività di curatore, che lo ha visto organizzare con successo diverse mostre personali e collettive per musei, gallerie, festival e spazi espositivi indipendenti. Nel 2018-2019 è stato nominato direttore artistico di photo basel e attualmente è curatore del Fotofestival Lenzburg. Ha insegnato fotografia e alfabetizzazione visiva, scrivendo anche diverse pubblicazioni in materia. Vive e lavora a Zurigo, in Svizzera.

 

Ravi Ghosh è vicedirettore del British Journal of Photography. In precedenza, è stato redattore per la rivista Elephant e ha lavorato all’inserto Life & Arts del Financial Times. Si occupa di arte e cultura per The Guardian, Prospect, Tribune, i-D, Bandcamp, Royal Academy Magazine e molte altre testate. Ghosh ha scritto le prefazioni ai libri fotografici di Tony Mak e per Portrait of Humanity e ha tenuto conferenze e valutato portfolio in occasione degli eventi LCC, Fotografia Europea e PhotoIreland.

 

CREDITI FOTOGRAFICI

A PARTIRE DALLA FILA IN ALTO, DA SINISTRA A DESTRA:

© Angela Perez, Stati Uniti, candidatura al concorso Open, Ritratto, Sony World Photography Awards 2024

© Azim Khan Ronnie, Bangladesh, candidatura al concorso Open, Viaggio, Sony World Photography Awards 2024

© Andrew Quinn, Regno Unito, candidatura al concorso Open, Ritratto, Sony World Photography Awards 2024

© Richard Li, Stati Uniti, candidatura al concorso Open, Paesaggio, Sony World Photography Awards 2024

© Ashish Patel, India, candidatura al concorso Open, Movimento, Sony World Photography Awards 2024

© Md Abdul Musabbir Chowdhury, Bangladesh, candidatura al concorso Open, Ritratto, Sony World Photography Awards 2024

© David Bladen, Australia, candidatura al concorso Open, Natura e fauna selvatica, Sony World Photography Awards 2024

© Leigh Williams, Australia, candidatura al concorso Open, Architettura, Sony World Photography Awards 2024

© Denisa Berglova, Repubblica Ceca, candidatura al concorso Open, Ritratto, Sony World Photography Awards 2024

© Yasser Mobarak, Egitto, candidatura al concorso Open, Viaggio, Sony World Photography Awards 2024

© Pedro Luis Ajuriaguerra Saiz, Spagna, candidatura al concorso Open, Movimento, Sony World Photography Awards 2024

 

 

 

Ottieni gli aggiornamenti nella tua casella di posta

Cliccando su "Iscriviti" l'utente conferma di aver letto l{privacyPolicyLink} e di accettarla.