Xperia, progettato per gli audiofili insieme a Mark Wilder 

Per riprodurre il suono nel modo più fedele possibile alle intenzioni dell'artista, abbiamo accolto nella nostra squadra Mark Wilder, sound mastering engineer presso i Battery Studios di Sony Music, e gli abbiamo chiesto di controllare e regolare la qualità dello speaker e delle cuffie. Scopri di più sulla collaborazione tra Mark e il nostro audio engineer, Kenichi Matsumoto, che ha reso questo Xperia uno degli smartphone per ascoltare la musica migliori di sempre.

In collaborazione con il leggendario mastering engineer Mark Wilder
Mark Wilder in studio

Raccontaci qualcosa di te, Mark.

Mark:
Sono un senior mastering engineer presso i Battery Studios di New York, una parte di Sony Music Entertainment. Collaboro con questa azienda da 33 anni e ho lavorato a oltre 3.000 album. Ho ricevuto la nomination per 11 Grammy, ne ho vinti sei e continuo a collaborare alla creazione di album fantastici. Per me è grandioso lavorare con il tipo di musica con cui sono cresciuto e che amo.

"Questo è uno smartphone progettato specificatamente per gli audiofili"

Matsumoto-san, come descriveresti la tua passione per questo progetto?

Matsumoto:
Chi ama la musica usa spesso dispositivi mobili con una qualità audio discutibile. Da amante della musica, per me era inaccettabile: desideravo preservare quel piacere di ascoltare un suono autentico, anche quando non potevo usare il sistema Hi-Fi di casa. Il mio obiettivo è garantire alle persone una qualità audio ottimale, ovunque si trovino. 

Kenichi Matsumoto ascolta la musica con le cuffie

Con Xperia, che tipo di esperienza vuoi offrire agli amanti della musica?

Matsumoto:
Voglio che le persone, a prescindere dal fatto che stiano usando le cuffie o uno speaker stereo incorporato, ascoltino la musica nel modo più fedele possibile alle intenzioni dell'artista. Sono convinto che la musica possa essere riprodotta con precisione e vorrei che chi ama la musica si rivolgesse a Xperia per questo tipo di esperienza. Per far emergere la vera essenza di una canzone attraverso il testo, la melodia, il groove e altri elementi, abbiamo dovuto comprendere l'importanza della percezione spaziale per un ascolto immersivo. Credo che sia proprio questa enfasi sulla creazione del suono a determinare l'unicità di Xperia.

"Non credevo si potesse ottenere un suono così pulito da uno smartphone"
Recensione di Mark Wilder su Xperia 1 II

Allora, Mark, com'è il suono dello speaker?

Mark:
La caratteristica di Xperia che mi ha colpito di più è che la voce è molto pulita. In confronto ad altri cellulari, il dettaglio, l'ambiente e lo spazio tra gli strumenti risultano molto più puliti. Ha una potenza e un impatto superiori: emoziona di più. I movimenti dinamici, dai più piccoli ai più significativi, sono paragonabili a quelli di speaker full range più grandi. Questo suono fa riferimento a un'esperienza di ascolto ben superiore e questo è davvero impressionante.

Cosa pensi dell'ascolto con le cuffie?

Mark:
Quando ho provato per la prima volta le cuffie cablate, sono rimasto piacevolmente sorpreso dall'impatto sonoro di questo Xperia. La qualità audio, lo spazio, la pulizia del suono e il volume sono impressionanti: non ricordo di aver mai notato un risultato simile con nessun altro cellulare. Non viaggio mai senza un Walkman® e aspettavo con ansia il giorno in cui avrei potuto scegliere se ascoltare la musica sul Walkman o sullo smartphone quando sono lontano da casa. Finalmente, quel giorno è arrivato.

Cosa pensi della presa per cuffie da 3,5 mm?

Mark:
Sono entusiasta del ritorno in voga della presa per cuffie e ho apprezzato moltissimo l'esperienza di ascolto via cavo. In un certo senso, mi sono sentito più connesso. L'amplificazione, secondo me, deve arrivare dallo smartphone. Quando ho visto che questo modello aveva una presa per cuffie, non ho potuto fare a meno di sorridere!

"Con questo Xperia, ottieni un'esperienza acustica veramente autentica"

Kenichi Matsumoto

"È stato bellissimo lavorare con gli ingegneri specializzati in dispositivi mobili: siamo un team molto affiatato"

Mark Wilder

Allora, Matsumoto-san, com'è andata questa collaborazione?

Matsumoto:
Lavorare con Mark è stato molto utile. Abbiamo tenuto a mente le sue parole mentre portavamo avanti la sintonizzazione a Tokyo. I nostri obiettivi erano davvero alti e mi ci è voluto molto tempo per ottenere il suono desiderato. In alcuni momenti ho pensato di non poter fare di più, ma poi ho immaginato il volto di Mark e mi sono ripetuto più e più volte che non sarebbe stato soddisfatto della qualità che avevo ottenuto: è questo che mi ha spinto a perseverare e a non arrendermi mai.

Mark Wilder e Kenichi Matsumoto collaborano alla qualità audio di Xperia

Mark, ti sei trovato bene in questa collaborazione?

Mark:
Assolutamente sì. Ed è buffo sapere che stavo perseguitando gli ingegneri! Immagino che in qualsiasi collaborazione sia più che naturale avere paura che non tutti si muovano nella stessa direzione. Non è stato questo il caso: dal primo al secondo prototipo, è stato bello scoprire che avevamo idee molto simili sull'audio dello smartphone. Discutendone insieme, siamo riusciti a migliorare significativamente la qualità audio del nuovo Xperia.

Cosa succederà in futuro, Matsumoto-san?

Matsumoto:
Sono più che convinto quando dico che questa collaborazione ha portato a sviluppare il suono di Xperia migliore di sempre. Naturalmente, abbiamo altre idee da realizzare per creare uno smartphone ancora più sorprendente. Non sarà semplice, ma da parte nostra l’impegno non manca. E sarebbe fantastico se potessimo contare ancora sull’esperienza e sulle competenze straordinarie di Mark.

Hai niente da aggiungere, Mark?

Mark:
Sono davvero felice di aver contribuito alla progettazione dei nuovi smartphone Xperia. Per me è stato motivo di grande gioia e una soddisfazione immensa.