Conoscenze di base → Distanza minima di messa a fuoco

    Distanza minima di messa a fuoco

    Ciascun obiettivo ha una distanza minima da cui può acquisire il soggetto. Questa distanza è chiamata distanza minima di messa a fuoco. Se ci si avvicina al soggetto oltre tale distanza, non sarà possibile metterlo correttamente a fuoco.

    La distanza minima di messa a fuoco dipende dall'obiettivo. Negli obiettivi con zoom, varia anche in base alla lunghezza focale. Per verificare la distanza minima di messa a fuoco dell'obiettivo, fare riferimento alle relative specifiche oppure alla distanza indicata sull'obiettivo stesso, come illustrato nell'immagine in basso.

    Obiettivo SELP1650

    La distanza è indicata sul lato anteriore dell'obiettivo in metri (m) e piedi (ft). La distanza minima di messa a fuoco dell'obiettivo SELP1650 è compresa tra 0,25 m (25 cm) e 0,30 m (30 cm), a seconda delle lunghezze focali. Se ci si avvicina al soggetto oltre tale distanza, non sarà possibile metterlo correttamente a fuoco e l'otturatore non verrà rilasciato.

    Per effettuare riprese estremamente ravvicinate (ad esempio, per i primi piani di fiori), avvicinarsi quanto più possibile al soggetto. Quindi, allontanarsi poco a poco per individuare la distanza in corrispondenza della quale il soggetto risulta a fuoco.