Vai al contenuto

All'interno degli speaker di Sony

Come gli ingegneri di Sony selezionano il legno giusto per creare un suono naturale

Cosa hanno in comune i pianoforti a coda e gli speaker? Sony è convinta che le analogie siano molto più numerose di quanto non si creda comunemente. Secondo gli ingegneri di Sony, gli speaker sono da considerare uno strumento musicale a tutti gli effetti e devono pertanto ricevere le stesse attenzioni che vengono riservate a un pianoforte a mezza coda.

Gli appassionati di musica ambiscono a speaker in grado di riprodurre l'audio di un'esecuzione dal vivo. E le apparecchiature per audiofili di Sony sono state calibrate con l'intento preciso di soddisfare tale esigenza. Dal design iniziale dello speaker alla scelta del clima ideale per la raccolta del legno, ogni dettaglio è studiato con la massima cura per assicurare un'esperienza di ascolto di qualità superiore.

Per la creazione dell'SS-AR1, il team tecnico di Sony si è prodigato senza risparmiarsi nella ricerca del tipo di legno perfetto, come degli artigiani a cui affidare la costruzione degli speaker. La forma, la grana, la tessitura e l'assemblaggio del legno sono tutti fattori che giocano un ruolo essenziale sul piano della qualità audio e del sound.

Legno accuratamente selezionato per un audio bilanciato

Il pregiato legno scelto a mano per il baffle dell'SS-AR1 proviene dall'isola giapponese di Hokkaido. Con i suoi inverni estremamente freddi, il clima locale, che si riflette nella grana sottilissima, nella durezza e nella rigidità tipiche dell'acero di Hokkaido, rende l'isola il luogo ideale per la raccolta del legno da destinare alla produzione dello speaker.

Gli alberi selezionati da Sony e dagli specialisti locali del legno vengono raccolti a novembre, quando la grana è più fine. Sebbene l'acero di Hokkaido sia perfetto per il baffle, il suo impiego per la costruzione dell'intero cabinet dello speaker rischierebbe tuttavia di produrre un suono eccessivamente duro e poco naturale. Per questo gli esperti di Sony hanno scelto un tipo di legno differente da utilizzare in combinazione con l'acero giapponese.

Betulla nordica per un sound cristallino

I pannelli laterali e quello posteriore dell'SS-AR1 sono realizzati in un altro legno da clima freddo come l'acero, ma dalla fibra più morbida, la betulla scandinava, curvata e modellata in una forma scultorea. La potente combinazione di questi due legni scelti con perizia consente di eliminare le vibrazioni indesiderate e ottenere un tono espressivo, naturale e ben bilanciato.

Manifattura di qualità per un sound superiore

Ad accogliere la sfida di assemblare l'SS-AR1 è stata un'azienda produttrice di cabinet specializzata nella realizzazione di componenti di precisione per strumenti musicali. Sony chiese inizialmente che venisse messo a punto un prototipo non incollato per assicurarsi che il prodotto finito sarebbe stato conforme ai suoi standard. Ma quando il project leader visitò il laboratorio, il cabinet gli parve talmente perfetto che pensò fosse stato già completamente assemblato e incollato. Si sbagliava: il prototipo era stato costruito con una precisione così meticolosa che ai giunti non serviva la colla.

In seguito, l'ingegnere di Sony Yoshiyuki Kaku portò a termine il progetto dell'SS-AR1 con un design studiato per controllare la risonanza che si diffonde dalla parte anteriore dei driver dello speaker in modo da offrire un suono bilanciato e naturale. Il cabinet è diviso internamente da due pannelli in betulla scandinava studiati per creare due alloggiamenti separati, uno per i woofer e l'altro per mid-range e tweeter. In tal modo si garantisce che la pressione sonora generata dal woofer non ritorni nel cabinet.

Con l'ausilio dei materiali idonei e il supporto di una solida esperienza, Sony è riuscita a creare uno speaker unico realizzato con tutta la cura e la perizia artigianale che ci si aspetta da uno strumento musicale di altissimo livello. Così costruito, l'SS-AR1 porta a casa tua la ricchezza di suoni di un'intera orchestra e tutta la tua musica preferita.

Musica e dintorni: trend e novità per gli appassionati di musica