Fotocamere mirrorless oggi ANCHE per lo sport

Yonathan Kellerman

Un tempo si diceva che era impossibile scattare foto sportive con una fotocamera mirrorless. Invece Yonathan Kellerman è soltanto uno dei tanti fotografi per cui il passaggio da una DSLR a una Sony A9 ha cambiato il modo di catturare le immagini.

"Sony ha riscritto le regole della fotografia".

Yonathan Kellerman

© Yonathan Kellerman | Sony α9 + 100-400 mm f/4.5-5.6| 1/40s @ f/6.3, ISO 100

TEST

Secondo Yonathan il "movimento è molto d'effetto", che siano le movenze artistiche di una ballerina, la determinazione di un velocista che taglia la linea del traguardo o semplicemente il fatto di osservare lo stupore sul volto del pubblico quando un campione vince la sua competizione sportiva. Lo sport offre un campo di gioco magnificamente diversificato per un fotografo, ma per non perdere momenti memorabili, è necessario avere il kit fotografico giusto. Il fotografo canadese ha utilizzato una DSLR per tanti anni; la decisione di passare a una fotocamera mirrorless non è stata affatto semplice.

"In passato, se avessi mai considerato di passare da una DSLR a una fotocamera mirrorless, il problema più grosso sarebbe sempre stato quello delle prestazioni dell'autofocus, ma con la Sony α9 cambia tutto".

Con un AF a rilevamento di fase da 693 punti e una velocità di scatto di 20 fps, α9 garantisce ai fotografi la libertà di creare le proprie immagini nel modo per loro più funzionale.

Yonathan Kellerman

© Yonathan Kellerman | Sony α9 + 100-400 mm f/4.5-5.6| 1/2500 s con f/5.6, ISO 1250

“La messa a fuoco automatica di α9, che non si concentra solo sul centro dell'immagine, come accade con una fotocamera digitale, ma sull'intero fotogramma, ha rivoluzionato il mio modo di lavorare. Il soggetto può trovarsi ai margini dell'inquadratura, ma che sarà comunque perfettamente a fuoco. Perdo meno tempo a inquadrare nuovamente e non devo ritagliare gli scatti in fase di post-produzione, cosa che prima succedeva molto raramente.”

L'atleta può trovarsi al margine dell'inquadratura lasciando comunque ai photo editor del giornale anche lo spazio necessario per inserire un titolo.

Yonathan Kellerman

© Yonathan Kellerman | Sony α9 + 100-400 mm f/4.5-5.6| 1/1000s @ f/5.6, ISO 6400

Per catturare questi momenti così caratteristici, tutti i fotografi si affidano al proprio kit fotografico e anche Yonathan non fa eccezione; il sensore full-frame 24,2 MP della α9 deve offrirgli la qualità dell'immagine di cui ha bisogno, anche quando viene spinto fino agli estremi.

Oggi a Yonathan piace fotografare la danza anche se non è priva di situazioni problematiche, in particolare la difficoltà delle condizioni di illuminazione.

"Praticamente uso quasi sempre ISO 6400. Mi consente di intervenire sulle altre impostazioni e non crea alcun problema con la α9. Quando riprendi un balletto, alcuni atti saranno molto luminosi, ma spesso ce ne sarà anche uno buio, e tutto apparirà molto vago. È la situazione più difficile da riprendere. In quei casi passo a ISO 12.800".

Yonathan Kellerman

© Yonathan Kellerman | Sony α9 + 70-200 mm f/2.8| 1/400s @ f/2.8, ISO 10000

In ambito sportivo, ci si aspetterebbe di utilizzare sempre i grandi teleobiettivi, ma, come sottolinea Yonathan, non è sempre detto.

“Quando fotografo performance di danza utilizzo anche il mio 16-35 mm f/4 perché palco e scenografia fanno parte dello spettacolo ed è importante che vengano ripresi, magari utilizzando un grandangolo. Anche quando mi occupo di eventi sportivi uso spesso il grandangolo per immortalare gli atleti da vicino e includere nello scatto anche gli spettatori, per avere un’immagine di insieme.”

Yonathan Kellerman

© Yonathan Kellerman | Sony α9 + 100-400 mm f/4.5-5.6| 1/800s @ f/5.6, ISO 2500

Un altro vantaggio è che con l'otturatore silenzioso della α9 i fotografi possono riprendere in luoghi in cui una DSLR sarebbe semplicemente troppo rumorosa. I fotografi possono riprendere tranquillamente a 20 fps un golfista mentre si prepara a colpire la pallina.

“Posso avvicinarmi all’azione: so che non mi vedranno, né sentiranno. Ai fotografi verrà richiesto di essere sempre più invisibili, specialmente nel tennis, come già accade nel golf.”

Prodotti in evidenza in questo articolo

ILCE-9

Fotocamera α9 mirrorless full-frame con sensore CMOS a strati

SEL70200GM

FE 70-200 mm F2,8 GM OSS

SEL28F20 / SEL28F20FEC / SEL28F20UWC

Teleobiettivo superzoom G Master FE 100-400 mm

Yonathan Kellerman
Alpha Universe

Yonathan Kellerman

Francia

Ogni dieci anni circa, nella fotografia avviene una rivoluzione. Credo che l’ultima sia iniziata con l’entrata in scena delle fotocamere full-frame mirrorless di Sony.

Visualizza profilo


x