L’Artico e l’aurora

Ole Christian Salomonsen

Per la maggior parte di noi, vedere l'aurora boreale, ovvero quello che probabilmente rappresenta il fenomeno luminoso più magico della natura, è un'opportunità che si verifica solo una volta nella vita. Invece per Ole, essendo cresciuto nella Norvegia del nord, era uno spettacolo quasi scontato da bambino. È stato solo da adulto che si è reso conto dell'effetto che faceva a chi la vedeva per la prima volta e ha capito di essere intimamente attratto dalle luci del nord.

"Ho visto persone ormai adulte assistere a questo spettacolo per la prima volta, emozionarsi e piangere. Capisci quanto sei stato fortunato ad avere questo fenomeno sulla tua testa da sempre. È qualcosa di straordinario: il fascino che evoca in me questo evento della natura è cresciuto e nel frattempo sono cresciuto anche io."

Ole C. Salomonsen

© Ole C. Salomonsen | Sony α7R II + 15 mm f/2.8 | 5 sec, f/2.8

Ole C. Salomonsen

© Ole C. Salomonsen | Sony α7R II + 15 mm f/2.8 | 2 sec, f/2.8

Ole C. Salomonsen

 © Ole C. Salomonsen | Sony α7 II + 16-35 mm f/2.8 ZA SSM | 25 sec, f/2.8© 

Negli ultimi 10 anni, Ole ha messo insieme un numero incredibile di foto dell'aurora boreale, scatti in cui spesso inserisce marcati elementi paesaggistici e in alcuni casi anche fauna selvatica.

"Ho perso il conto dei fenomeni luminosi che ho visto, ma non mi stanco mai dell'aurora boreale e non esiste uno spettacolo perfetto perché varia sempre in intensità, colore e velocità. È come se appartenesse a un altro mondo e penso che noi umani ne siamo attratti perché ci evoca lo spazio e tante altre cose".

Essendo situata direttamente sotto l'ovale aurorale, Tromsø, città natale di Ole, è uno dei migliori posti al mondo da cui osservare il fenomeno, anche durante i periodi di scarsa attività boreale. Questo maestoso paesaggio artico è il sogno di ogni fotografo, con il sole di mezzanotte in estate e gli equinozi di primavera e autunno che offrono albe e tramonti protratti, vibranti di una luce ricca e morbida al contempo.

Ole passa settimane a pianificare meticolosamente i suoi scatti e a cercare le location più adatte, ma a differenza della tradizionale fotografia paesaggistica, dove è possibile fare alcune previsioni rispetto alla posizione del sole, la natura volubile dell'aurora può mettere alla prova la calma anche del fotografo più paziente.

Ole C. Salomonsen

© Ole C. Salomonsen | Sony α7R II + 16-35 mm f/2.8 GM |
0,8 sec, f/13

Ole C. Salomonsen

© Ole C. Salomonsen| Sony α7R II + 16-35 mm f/2.8 GM |
1/1250 sec, f/10

Ole C. Salomonsen

© Ole C. Salomonsen | Sony α77 II + 70-200 mm f/2.8 G SSM II | 1/500 sec, f/6.3

"Puoi decidere di pianificare la composizione perfetta: trovare quel fiume che scorre in pianura, immaginartelo nella foto e stare ad aspettare l'aurora, per poi renderti conto poco dopo che non succede niente. Allora la domanda da porti è questa: pensi di avere la pazienza di aspettare o è meglio che lasci perdere la composizione e riprendi l'immagine in un altro modo?".

Sebbene sia principalmente un fotografo di immobili paesaggi, Ole persegue il desiderio di cogliere il movimento dell'aurora. I suoi primi tentativi di scattare fotogrammi e creare un filmato in timelapse producono un semplice fotogramma illuminato dal flash, che non ha la grazia che immaginava. Poi scopre la fotocamera α7s e le sue capacità di ripresa in condizioni di scarsa illuminazione, che finalmente gli consentono di scattare video live con facilità. Piacevolmente colpito dalle potenzialità della fotocamera, Ole prova anche α7R e ne viene immediatamente catturato.

Ole C. Salomonsen

© Ole C. Salomonsen | Sony α7 II + 24-70 mm f/4 ZA OSS | 1/1600 sec, f/4.5

"Ho fatto qualche test con la mia fotocamera e sono rimasto davvero sorpreso dalla qualità delle immagini. È stato molto semplice e ho ottenuto una risoluzione fantastica; inoltre, la gamma dinamica è risultata la migliore che abbia mai utilizzato. Sono riuscito a fare emergere dettagli di zone in ombra come non ero mai stato in grado prima. Rispetto alle apparecchiature che utilizzavo, la α7R ha segnato davvero una svolta nel mio lavoro".

Da allora, Ole ha aggiornato l'attrezzatura e ora scatta con α7R III e una serie di obiettivi G e G Master. Afferma di essere davvero sorpreso dalle prestazioni di queste lenti.

"Per i miei panorami uso il 16-35 mm f/2.8 GM o il 12-24 mm f/4 G, che è il mio obiettivo preferito per fotografare l'aurora. Riprendo anche l'azione e gli animali selvatici, cosa che non potrei fare senza i miei obiettivi 70-200 mm f/2.8 GM e 100-400 mm f/4.5-5.6 GM. Gli obiettivi sono eccezionalmente nitidi e migliori di qualsiasi altro prodotto che abbia già utilizzato finora. Porto sempre con me anche un 24-70 mm f/2.8 GM in modo da essere assolutamente coperto da 12 mm fino a 400 mm".

Prodotti in evidenza in questo articolo

ILCE-7RM2

α7R II con sensore di immagine full-frame retroilluminato

ILCE-7M2 BODY / KIT

Fotocamera α7 II con attacco E e sensore full frame

Corpo/Kit di ILCA-77M2

SLR Camera Reflex

SAL1635Z2

Vario-Sonnar T* 16-35mm F2,8 ZA SSM II

SEL1635GM

FE 16-35mm F2.8 GM

SAL70200G2

70-200 mm F2,8 G SSM II

SEL2470Z

Vario-Tessar® T* FE 24-70 mm F4 ZA OSS

Ole Christian Salomonsen
Alpha Universe

Ole Christian Salomonsen

Norvegia

Per me la fotografia consiste nel dare la caccia alla luce artica.

Visualizza profilo

TEST


x