Fotografia su strada

Russ Ellis

Appassionato di ciclismo da sempre, Russ Ellis riconosce di avere il lavoro più bello del mondo: viaggiare ed essere pagato per scattare foto del suo sport preferito. La carriera di Russ, tuttavia, non è il risultato delle ambizioni che ha perseguito fin da bambino.

La fotocamera ricevuta per il suo decimo compleanno ha sicuramente innescato la passione per la fotografia, ma sebbene fosse un ottimo atleta negli anni scolastici, all'epoca la bicicletta era soltanto l'unico mezzo di trasporto per questo ragazzo di Nottingham. Fu solo più avanti, durante una vacanza in bici organizzata con amici a Maiorca, nel 2013, che si scoprì profondamente affascinato dalle due ruote.

Russ Ellis
 © Russ Ellis | Sony α9 + 16-35 mm f/2.8 GM | 1/1000s @ f/3.5, ISO 320

Più o meno nello stesso periodo, Russ ha preso sul serio la sua attività di fotografo e, dopo essersi cimentato con la fotografia della fauna selvatica e di strada, ha iniziato a riprendere gare ciclistiche locali e nel 2015 è stato contattato da Cycling Weekly per fare un reportage sulla Paris-Roubaix per la rivista.

"Ricevere un compenso per fotografare quella prima gara è stato un punto di svolta, perché ho capito che volevo fare quello per guadagnarmi da vivere."

Le richieste di progetti fotografici aumentano regolarmente; alla fine dell'anno Sky gli propone di lavorare per la campagna 'Sky Loves Cycling'. Ora Russ deve scegliere tra la sicurezza del suo lavoro d'ufficio e la possibilità di costruirsi una carriera incentrata sulle sue due passioni. Fortunatamente, sceglie la seconda strada.

Nel 2017, due giorni prima di partire per fotografare il Tour de France, Russ viene invitato a usare la nuova α9, da poco immessa sul mercato. Come sa ogni fotografo professionista, fidarsi totalmente dei propri strumenti è fondamentale e così per i primi giorni affianca la nuova fotocamera al fedele kit esistente.

Russ Ellis

 © Russ Ellis | Sony α9 + 24-70 mm f/2.8 GM | 1/1000s @ f/3.5, ISO 200

Russ Ellis

 © Russ Ellis | Sony α9 + 16-35 mm f/2.8 GM | 1/1000s @ f/3.2, ISO 100

"Non mi aspettavo che avrei utilizzato la α9 così tanto, ma dopo aver dato una rapida occhiata ai menu, mi sono reso conto di quanto fosse intuitiva, così l'ho utilizzata insieme al kit che già avevo sin dal primo giorno e mi trovavo bene anche con quella. La funzione Eye-AF è stata una piacevole scoperta e mi ha offerto opportunità che normalmente non avevo. Alla fine del tour mi affidavo esclusivamente alla α9".

Russ Ellis
 © Russ Ellis | Sony α9 + 16-35 mm f/2.8 GM | 1/2500s @ f/4, ISO 320

Fatta probabilmente eccezione per chi fotografa conflitti, i fotografi sportivi hanno la fama di non trattare con molta cura le proprie apparecchiature, che quindi devono essere per forza molto resistenti per poter essere utilizzate quotidianamente.

"Per molto tempo ho fatto riprese da una moto e le condizioni meteo a volte non erano clementi. Ero un po' preoccupato per come la α9 avrebbe resistito alla pioggia e ai vari maltrattamenti, soprattutto perché sapevo come si sarebbe comportata la mia DSLR, invece è andato tutto bene, non mi ha mai deluso".

Russ Ellis

 © Russ Ellis | Sony α9 + 55 mm f/1.8 ZA | 1/2000s @ f/1.8, ISO 250

Oltre a essere fotografare le corse, Russ ha avuto accesso al dietro le quinte, per rivivere una sorta di ritorno agli esordi, quando si occupava di fotografia di strada.

"Fare riprese dietro le quinte con una fotocamera così piccola era fantastico e l'otturatore silenzioso mi permetteva di catturare momenti che sarebbe stato impossibile cogliere con la mia DSLR. Potevo letteralmente ruotare il display e fare riprese senza che nessuno se ne accorgesse. In quel modo, sono riuscito a fare grandi cose".

Al posto dei classici scatti da lontano per cui optano molti fotografi sportivi, Russ preferisce avvicinarsi il più possibile ai ciclisti oppure dare alle sue fotografie un po' di prospettiva. Preferisce gli obiettivi corti per molti dei suoi lavori e in particolare il Sonnar T* FE 55mm f/1.8 ZA che utilizza completamente aperto.

"Adoro il 55mm f/1.8: direi che è il mio obiettivo preferito, soprattutto all'inizio della corsa quando cerco di cogliere le primissime immagini. Mi piace una bassa profondità di campo, così spesso riprendo a diaframma completamente aperto e questo obiettivo mi consente di ottenere sempre ottimi risultati. Ho anche utilizzato il 35mm f/1.4 che è semplicemente fantastico e, più recentemente, ho provato il 16-35mm f/2.8 G Master che mi offre molta più flessibilità".

Russ Ellis

© Russ Ellis | Sony α9 + 55 mm f/1.8 ZA | 1/4000s con f/1.8, ISO 160

Russ Ellis
 © Russ Ellis | Sony α9 + 55 mm f/1.8 ZA | 1/1000s @ f/1.8, ISO 200

"Ho un 70-200 mm f/2.8 G Master, che è un obiettivo fantastico, ma preferisco essere immerso nell’azione, quindi gli obiettivi corti sono più adatti al mio stile. Mi piace rimanere ad aspettare i corridori dopo che hanno superato il traguardo e riprenderli mentre abbracciano e danno il cinque ai compagni del team dopo la corsa".

Prodotti in evidenza in questo articolo

ILCE-9

Fotocamera α9 mirrorless full-frame con sensore CMOS a strati

SEL1635GM

FE 16-35mm F2.8 GM

SEL2470GM

FE 24-70 mm F2,8 GM

SEL55F18Z

Sonnar® T* FE 55 mm F1,8 ZA

Russ Ellis
Alpha Universe

Russ Ellis

Regno Unito

Continua a cercare qualcosa di diverso e racconta una storia.

Visualizza profilo

TEST
x