Alpha Universe - La storia
In pole position

Dominic Fraser

Può una fotocamera infondere "coraggio" a chi la usa? E se sì, in che senso?

Per Dominic Fraser, "coraggio" significa superare i limiti tecnici e visivi per comporre scatti automobilistici con un impatto dinamico sempre più forte. Dopotutto, le auto sono fatte per il movimento e per avere un bell'aspetto durante la loro marcia. La missione del fotografo è trasmettere questo senso di dinamismo, proprio come la missione di un pilota è dare il tutto e per tutto e mordere ogni curva.

dominic fraser sony alpha 7RIII automobile grigio xeno percorre a tutta velocità una strada di montagna

© Dominic Fraser | Sony α7R III + FE 24-105mm f/4 G OSS | 1/20s @ f/11, ISO 50

Esistono varie tecniche per fotografare un'auto in movimento, ma la più indicata se si vuole ottenere un effetto veramente dinamico è farlo da un altro veicolo. Le immagini in cui il soggetto risulta perfettamente a fuoco e il resto dell'inquadratura è riempito da un effetto mosso danno una maggiore sensazione di velocità.

 

dominic fraser sony alpha 7III auto curva all'improvviso nel deserto e solleva una nuvola di polvere

© Dominic Fraser | Sony α7 III + FE 70-300mm f/4.5-5.6 G OSS | 1/1000s @ f/5.6, ISO 160

"Quando si fotografa un'auto, per un costruttore come per una rivista", spiega Dominic, "l'importante è far emergere il prodotto. In fin dei conti, ancor prima di leggere il testo pubblicitario, le persone guardano le immagini. Una delle tecniche più efficaci consiste nel fotografare l'auto in movimento da un altro veicolo. Per quanto sembrino straordinarie opere d'arte, le auto sono progettate innanzitutto per muoversi ed essere guidate ed è così che la gente vuole vederle".

dominic fraser sony alpha 6400 bugatti da corsa d'epoca in transito lungo una strada alberata

© Dominic Fraser | Sony α6400 + FE 100-400mm f/4.5-5.6 GM OSS | 1/1000s @ f/5.6, ISO 640

Molte sono le caratteristiche della sua Sony che contribuiscono a semplificare il lavoro, in primis la stabilizzazione dell'immagine integrata nel corpo macchina e nell'obiettivo. Quando Dominic è passato alla DSLR Sony α900 nel 2009, questa novità gli ha cambiato la vita.

 

"Il punto è che", precisa, "fotografare su pellicola da un'auto in movimento a 1/60 di secondo era fantastico, ma all'epoca, per qualche strano motivo, con le fotocamere digitali il risultato era molto più statico e bisognava ridurre la velocità a 1/20 di secondo. Se a questo si aggiunge il fatto di essere sballottati sul sedile posteriore, è difficilissimo ottenere immagini nitide senza uno stabilizzatore d'immagine. Il ,modello α900 aveva già risolto il problema, ma α7 III ha fatto ancora di meglio".

dominic fraser sony alpha 6400 aston martin vista di coda mentre percorre una strada di montagna

© Dominic Fraser | Sony α6400 + FE 100-400mm f/4.5-5.6 GM OSS | 1/30s @ f/10, ISO 100

Per "di meglio" intende una stabilizzazione dell'immagine a cinque stop combinata a un obiettivo stabilizzato come l'FE 24-105mm f/4 G OSS.

"L'immagine della Aston Martin Vantage AMR rossa è stata scattata a 1/8 di secondo. Prima non mi sarebbe nemmeno passato per la testa. A dire il vero il manto stradale era in condizioni perfette, ed è importante perché rimanere immobili non è l'unica cosa che conta: anche l'ambiente e la velocità relativa delle auto fanno la loro parte. La stabilizzazione del modello α7 III mi permette di osare. La frequenza di fotogrammi è un altro fattore che aumenta le probabilità di riuscita, così come la sensibilità ISO, il range dinamico, la messa a fuoco automatica, il mirino elettronico..."

"Sono stato fra i primi a usare il mirino elettronico", racconta Dominic. "Si sono evoluti parecchio da allora, ma i vantaggi sono rimasti gli stessi. Grazie al riscontro istantaneo, non devo preoccuparmi dell'esposizione." Lo stesso vale per il range dinamico del modello α7 III, prosegue, perché "il cielo è quasi sempre, inevitabilmente più luminoso dell'auto che sto inquadrando e in questi casi non posso giocare più di tanto con i filtri graduati. Oppure, a volte capita di viaggiare lungo una strada alberata in una giornata di sole e dover fare i conti con parecchi contrasti. Nessun problema: Sony α7 III è in grado di recuperare tutti i punti di luce."

dominic fraser sony alpha 7RIII aston martin da corsa d'epoca lanciata a tutta velocità sotto la pioggia

© Dominic Fraser | Sony α7R III + FE 24-105mm f/4 G OSS | 1/20s @ f8.0, ISO 100

"Il sistema nel suo complesso è altamente affidabile", conclude, "ed è un sollievo poter contare su degli ottimi risultati. Mi limito a fare il mio lavoro e la fotocamera fa altrettanto, anche quando le condizioni non sono delle migliori. Un esempio? La Aston Martin Ulster che ho fotografato sotto la pioggia all'anteprima del Goodwood Festival of Speed. Avevamo solo tre ore a disposizione e il diluvio si è scatenato proprio quando abbiamo iniziato. Per via dell'aerodinamica, stare seduto sul sedile posteriore dell'auto all'inseguimento della Aston Martin era come stare dentro una lavatrice, ma non avevo altra scelta. Per fortuna, con l'aiuto della mia α7 III, ho ottenuto immagini spettacolari. Sapevo di poterci contare."

Prodotti in evidenza
ILCE-7M3
Alpha 7 III con sensore d'immagine full-frame da 35 mm

ILCE-7M3

ILCE-7RM3
Fotocamera α7R III 35 mm full-frame con autofocus

ILCE-7RM3

ILCE-6400
Alpha 6400 con attacco E e sensore APS-C

ILCE-6400

SEL24105G
Obiettivo FE 24-105 mm F4 G OSS

SEL24105G

SEL100400GM
Teleobiettivo superzoom G Master FE 100-400 mm

SEL100400GM

SEL70300G
FE 70-300mm F4.5-5.6 G OSS

SEL70300G

Articoli correlati
Dominic Fraser
Alpha Universe

Dominic Fraser

Regno Unito

"Sebbene abbia avuto esperienze con la fotografia digitale sin da molto giovane, continuo a scattare con gli stessi principi che venivano applicati quando si utilizzava la pellicola. La fotografia è una fotografia, non una composizione costruita digitalmente, non voglio confondere, né trarre in inganno approfittando della manipolazione digitale".

Visualizza profilo


x