Vita di un produttore musicale

D&R con il produttore musicale vincitore del Grammy Chuck Ainlay

Cosa si prova a creare un brano musicale dall'inizio e a vederlo scalare i vertici delle classifiche? Il produttore musicale Chuck Ainlay ci porta dietro le quinte del suo studio di registrazione e condivide con noi le sue esperienze personali con artisti del calibro di Mark Knopfler, Lee Ann Womack, George Strait e Taylor Swift. Scopri come si svolge la giornata di un produttore musicale vincitore del Grammy.

D: Cosa ti ha fornito l'ispirazione per diventare un produttore musicale?

Ainlay: Mi ricordo che da ragazzino guardavo i ringraziamenti sul retro delle copertine dei dischi e pensavo che aiutare a creare musica doveva essere straordinario. Immagina quanto debba essere incredibile per George Martin poter dire di aver prodotto i Beatles!

D: Qual è la giornata tipo di un ingegnere del suono?

Ainlay: Non c'è una giornata tipica, ed è questa una delle ragioni per cui amo il mio lavoro. Registrare in una stanza piena di musicisti e ascoltare un brano prendere forma è la mia vita, ma alcune volte il processo può risultare un po' tedioso e tecnico. Il missaggio è un'altra area in cui puoi immergerti davvero nella musica. A volte, dopo aver passato l'intera giornata in sala di missaggio, possono volermici ore prima di fare ritorno nel mondo reale.

D: Qual è il disco preferito che hai prodotto?

Ainlay: Il disco che preferisco è sempre l'ultimo che ho prodotto - "Cold Beer Conversation" di George Strait. Ma è difficile sceglierne uno in assoluto. Alcuni dischi hanno riscosso un enorme successo commerciale, il che è fantastico, ma anche quelli che solo pochi ascolteranno sono incredibili. È meraviglioso ritrovarsi nello studio di registrazione con persone in grado di lasciarti completamente senza fiato.

D: Puoi fornirci esempi specifici?

Ainlay: Un momento particolare che mi viene in mente è quando ho collaborato con Lee Ann Womack al suo album di qualche anno fa. La band stava provando il primo brano del disco quando lei è arrivata nello studio di registrazione. Non appena ha iniziato a cantare, mi è venuta la pelle d'oca. La band si nutriva della sua energia e l'intera settimana è stata magica. L'album in questione era "The Way I’m Living", nominato a due Grammy nelle categorie Best Country Album e Best Engineered Non-Classical Album.

D: Cosa si prova a vedere gli artisti mentre creano la loro musica?

Ainlay: Non dimenticherò mai la prima volta che ho collaborato con i Dire Straits e ho ascoltato Mark Knopfler sovraincidere la traccia della chitarra dalla sala di regia. Non mi sembrava vero che Mark Knopfler, probabilmente uno dei più grandi chitarristi della storia, stesse seduto di fianco a me suonando quel magnifico assolo.

D: Preferisci lavorare con grandi nomi o con altri meno noti?

Ainlay: Con entrambi. Sai di avercela fatta quando ti viene chiesto di realizzare un album per un artista affermato, ma il vero riconoscimento arriva con gli artisti meno noti. Ricordo che una volta, durante la lavorazione del primo album di Taylor Swift (che all'epoca aveva 16 anni), sono tornato a casa e ho detto a mia moglie che quella ragazza sarebbe diventata una star. Sono album come quello che ti rendono un produttore affermato e mandano avanti la tua carriera.

D: Com'è stato vincere il tuo primo Grammy?

Ainlay: Non dimenticherò mai il momento in cui ho scoperto di aver vinto il Grammy per Best Surround Sound Album. Ero in Utah a sciare con alcuni amici. A fine giornata, mentre mi stavo rilassando nella Jacuzzi, ho ricevuto la chiamata di un amico che mi annunciava la bella notizia. Quella sera mi sono sentito davvero al centro dell'attenzione.

D: Cos'ha di speciale l'audio ad alta risoluzione?

Ainlay: L'audio ad alta risoluzione consente ai consumatori di scaricare musica a casa o di ascoltarla su un dispositivo portatile con la stessa qualità della registrazione in studio. La qualità piatta dei dati compressi in formato mp3 è ormai un ricordo del passato! La frequenza di campionamento e la profondità in bit sono le stesse, per cui è come assistere alla registrazione del disco.

Musica e dintorni: trend e novità per gli appassionati di musica