Il ritorno del vinile

Il fonico Kazuo Nada ci concede un'occhiata ravvicinata al nuovo giradischi di Sony

È il 2016 e la tecnologia retrò sta vivendo un periodo di rinascita. Macchine fotografiche a pellicola vintage, macchine da scrivere e, proprio così, dischi su vinile stanno ritornando nella nostra vita. Questo debole per gli accessori analogici di una volta è aumentato sempre più negli ultimi anni. Secondo quanto riferito nel 2015 U.S. Music Year-End Report di Nielsen, le vendite di LP hanno raggiunto un nuovo record con quasi 12 milioni di unità vendute nel 2015, segnando il decimo anno consecutivo di crescita nella vendita di vinili. Ma cos'è alla base di questa tendenza? Non si tratta solo di nostalgia. Gli ascoltatori cercano audio di qualità superiore e i vinili offrono un sound unico e avvolgente che CD e mp3 non possono offrire.

Per rispondere alla domanda crescente di vinili, Sony ha presentato un nuovo giradischi che farà la gioia di audiofili, collezionisti del vinile e appassionati di musica di tutto il mondo. L'elegante giradischi PS-HX500 promette in assoluto il meglio in fatto di sound ed è in grado di riprodurre i tuoi dischi preferiti senza sbagliare un colpo. Ciò che distingue il PS-HX500 dagli altri giradischi di fascia alta di oggi è il fatto che permette di convertire i tuoi dischi in file digitali di qualità suprema. Il PS-HX500 include infatti un convertitore A/D di alta qualità, che permette di connettere il tuo dispositivo direttamente al PC con un cavo USB e convertire il vinile in brani audio ad alta risoluzione. Puoi così creare un backup digitale della tua raccolta di vinili o portare i brani con te in giro (eh sì, il vinile avrà pure un sound fantastico, ma non è esattamente tascabile). A tal fine abbiamo aggiunto un fantastico extra: un'app sia mobile che desktop che permette agli utenti di mettere a punto i brani convertiti. 

Vuoi dare un'occhiata al nuovo giradischi? Abbiamo parlato con Kazuo Nada, fonico di Sony che ha lavorato al PS-HX500, che ci ha svelato come è nato questo innovativo giradischi e ha commentato il trend del mercato dei vinili.

D: Da dove è nata l'ispirazione per creare un nuovo giradischi nel 2016?

Sono trascorsi sette anni da quando abbiamo lanciato il giradischi PS-LX300USB, dotato di uscita USB per importare tutta la propria musica su PC. Mentre il PS-LX300USB continua ad andare a ruba nei negozi di elettronica e il numero di unità vendute è tuttora in crescita, volevamo migliorare ulteriormente il modello successivo. I nostri clienti desiderano apparecchiature audio in grado di registrare con una qualità dalla risoluzione superiore rispetto ai CD. Con il PS-HX500 volevamo dimostrare ai consumatori che non trascuriamo mai le loro esigenze. Il modello è dotato di un convertitore DSD nativo di alta qualità in grado di convertire i vinili in file digitali con audio ad alta risoluzione. 

Vedere il PS-HX500 prendere vita è un sogno personale diventato realtà. Sin da piccolo sono un grandissimo appassionato di musica. Collezionare apparecchiature audio era il mio passatempo preferito. Sfogliavo interi cataloghi per poi andare all'"Akihabara Electric Town", un quartiere del distretto Chiyoda di Tokyo famoso per essere uno dei più grandi centri commerciali di elettronica di consumo. 

D: Avresti mai detto che il PS-HX500 avrebbe riscosso un tale successo al CES 2016?

Per la dimostrazione del prodotto al CES, abbiamo riprodotto file DSD registrati a partire da vinili. Frotte di visitatori si sono riuniti allo stand per testare di persona la qualità audio. Sapevo già che il giradischi avrebbe suscitato l'interesse di colleghi, audiofili ed esperti del settore, ma non avrei mai creduto che così tante persone si sarebbero interessate al PS-HX500.   

D: Qual è stata la prima registrazione su vinile che hai ascoltato per testare il PS-HX500?

È stato un contenuto che ci era stato fornito dal reparto di controllo qualità. I designer sono sempre ansiosi quando arriva il momento di ascoltare la prima traccia audio del proprio prodotto! Una volta superata questa fase, si possono ascoltare i propri brani preferiti. Ho scelto una registrazione dell'Oscar Peterson Trio. Adoro il jazz, ma per testare appieno un prodotto dobbiamo valutare la qualità audio ascoltando un'ampia gamma di generi musicali, inclusi musica classica, dance e pop.

D: Cosa ne pensi dell'ascolto su vinili piuttosto che su CD o mp3?

Alcuni preferiscono i CD, altri gli mp3. Il nostro compito in qualità di ingegneri è di progettare gamme di prodotti in grado di rispondere alle preferenze individuali dei nostri clienti. Ma in questo senso i vinili sono unici, dato che posseggono un sound caldo e organico semplicemente impossibile da trasferire in digitale. 

Naturalmente, il vinile richiede anche un investimento iniziale superiore. La creazione di una raccolta di vinili richiede tempo, nonché specifiche apparecchiature e operazioni di manutenzione. Ma tale investimento fa parte della gioia di possedere dischi in vinile.

D: Secondo te, a cosa è dovuto il ritorno ai vinili degli ultimi anni?

Per dirla in parole povere, comprare dischi è un'esperienza fantastica! Ci sono così tanti negozi di dischi a Tokyo che è una vera avventura trascorrere tutto il giorno a rovistare nei negozi per scoprire nuovi dischi da aggiungere alla propria raccolta. C'è qualcosa di magico nel riuscire a trovare un bel disco, letteralmente. Se cerchi una nuova uscita o un pezzo di altri tempi, se lo trovi in un negozio e non lo acquisti subito non avrai mai la certezza di ritrovarlo in un secondo momento. È un mondo fatto di occasioni irripetibili. I vinili stabiliscono una connessione tattile e più profonda con la musica rispetto ai formati digitali. Quando compro un disco usato, riesco a sentire il rapporto che si era creato con chi lo possedeva prima di me. 

D: Perché l'audio ad alta risoluzione è così importante?

Sono entusiasta che il nostro giradischi permetta agli utenti di convertire i propri vinili preferiti in file digitali ad alta risoluzione. L'audio ad alta risoluzione consente di catturare l'intera gamma sonora di una registrazione, rilevando ogni emozione e tonalità, e l'essenza stessa del suono. I formati con volumi di dati inferiori (come i CD o gli mp3) risultano più "rigidi" e trasmettono soltanto una parte superficiale dell'audio. 

D: Come è possibile creare un prodotto che offra al tempo stesso design elegante e audio di alta qualità?

Il segreto per ottenere una qualità del suono superiore è assicurasi che la forma e la struttura del prodotto siano ben definite e ancora prima di iniziare a disegnare il modello. Ad esempio, avevamo deciso dall'inizio di voler includere elementi come braccio diritto, una struttura che posizionasse la puntina al centro dell'asse e la testina circolare (la struttura situata all'estremità del braccio tonale del giradischi). Sono tutti elementi della struttura importanti che i designer hanno saputo riunire in un corpo splendido e armonioso. 

Affinché la cartuccia funzioni in modo efficiente - ovvero affinché la puntina segua accuratamente i solchi del vinile - dovevamo assicurarci che il braccio fosse leggero e resistente. Il braccio del PS-HX500 ha un design diritto con cartuccia integrata leggero, rigido e resistente che ci permette di ottenere una qualità audio straordinaria. Come si può ben vedere, per noi design e qualità audio hanno la stessa importanza. 

D: Qual è il vinile della tua collezione che preferisci? 

Tutti gli amanti del jazz dovrebbero ascoltare le creazioni di Ray Brown, inclusi i lavori realizzati con l'Oscar Peterson Trio. Che si preferiscano i formati analogici o digitali, l'offerta di registrazioni in alta qualità oggi disponibile è smisurata. 

Musica e dintorni: trend e novità per gli appassionati di musica